UMOR.IT, corrispondenza di guerra, lettere dall'Iraq

LETTERE E PLICHI DALL'IRAQ



   Un marine in Iraq riceve un giorno, una lettera dalla sua fidanzata:

   - Caro Johnny, la nostra relazione non può più continuare.
La distanza che ci separa è troppo grande. Ti confesso che da quando sei partito ti ho già tradito due volte.
Mi dispiace.
Per favore rimandami la foto che ti avevo spedito.

     Mary


   Il soldato ci resta malissimo, ma quando si riprende si fa regalare dai commilitoni una foto delle loro fidanzate, mogli, sorelle, cugine o amiche.
Riceve 57 fotografie, e Le mette tutte in una busta assieme a quella di Mary, poi aggiunge un biglietto:

   - Cara Mary, scusa ma non riesco a ricordarmi chi sei.
Per piacere togli la tua foto dal mazzo e rimandami le altre.

     Johnny


 

             


E adesso beccati queste freddure e vignette prese a caso!



In negozio: «Signora, potrei provare quel pantalone in vetrina?»
«Mi dispiace signore, ma in vetrina proprio non si può!!»

Il giorno dopo l'acquisto di un acquario, la moglie chiede al marito carabiniere:
- Caro, hai cambiato l'acqua ai pesci? - No, non hanno ancora bevuto quella di ieri!

"Babbo, babbo, ma quand'è la festa del papà?" "Quando la mamm anon c'è!!"

Perche' un ladro in gamba non ruba i ferri da stiro?
Perche' e' roba che scotta!!