Annotazione nel Diario della piccola Lauretta (6 anni)

 

  Oggi Giovanni mi ha kiesto di essere la sua ragazza, ma siccome nn so molto bene cosa sia quello, ho voluto scoprirlo da me.

Decisi di spiare mia sorella con il suo ragazzo: quando lui è arrivato sono andati sul divano, si sn seduti e hanno parlato x un pò...allora lui spense quasi tt le luci e lui cominciò ad abbracciarla e baciarla...allora lei cominciò ad ammalarsi, xkè la sua faccia stava diventando molto strana...il suo ragazzo deve aver pensato la stessa cosa, xkè gli ha messo una mano sotto la maglietta x sentirgli il cuore, ma sembrava avesse problemi x trovarlo...Io ho pensato ke anke lui si stesse ammalando xkè c'è stato un momento nel quale sn rimasti senza fiato...Lui doveva aver freddo nella mano destra, xkè la mise sotto la gonna di mia sorella.

 

  Allora lei peggiorò, xkè si trascinò x tt il divano...credevo avesse la febbre xkè lei diceva ke aveva caldo e nn ce la faceva più....allora scoprii la causa della malattia: era un enorme verme ke il ragazzo di mia sorella aveva dentro ai pantaloni. Lui lo prese con la mano xkè nn scappasse. Quando mia sorella lo vide si spaventò moltissimo.I suoi occhi si ingrandirono e disse ke era il più grande ke avesse mai visto.

 

  Lei si arrabbiò e provò ad uccidere il verme staccandogli la testa a morsi. Di punto in bianco lei fece un rumore strano e lasciò andare il verme, immagino ke l'abbia morsa. Allora lo prese con tutte e 2 le mani x nn farlo muovere,intanto il suo ragazzo prendeva un tubicino di gomma da una scatolina e lo mise sopra la testa del maledetto verme, xkè nn mordesse mia sorella. Lei si sdraiò e aprì le gambe x poter fare una mossa di wrestling al verme. Il suo ragazzo la aiutò a schiacciare il verme e si formò una grande lotta.

Lei cominciò a saltare e ad urlare come una matta e x poco nn rompono il divano. Mi immagino ke volevano ucciderlo...

 

  Dopo un pò smisero di muoversi e sospirarono xkè erano molto stanki x la gran lotta. Il ragazzo si alzò. Erano sicuri di aver ucciso il verme...Io sapevo ke era morto, xkè dondolava immobile.Mia sorella e il suo ragazzo erano stanki x la dura lotta, allora x riposarsi si coccolarono....ma il verme nn era morto.Era vivo!!! Saltò di nuovo,fortuna ke mia sorella lo vide e lo attaccò aiutata dal suo ragazzo. Questa volta mia sorella provò ad ucciderlo sedendogli sopra.

Dopo una manciata di minuti lo uccisero. Questa volta era morto x davvero, xkè il ragazzo buttò la pelle nel wc.

 

Questo del fidanzato è veramente molto pericoloso...dirò a Giovanni di no!!!



 

             


E adesso beccati queste freddure e vignette prese a caso!



- Lo sapevate che quando si spara con un cannone esiste una possibilità su un miliardo che il proiettile resta fermo e parte il cannone?

- Non BISOGNA piangere sul latte MACCHIATO!

«Adesso vado da quel tipo che mi fissa da un'ora,» sussurra una ragazza all'amica «e glie ne dico quattro!»
«Ad esempio?» chiede l'altra dubbiosa. «Beh... nome cognome indirizzo e il numero del telefonino!»

Ma dottore, come potrei fare per non prendere un altro raffreddore?
Beh... si tenga quello che ha!

L'attacco dei cloni!