UMOR.IT, che mi costerebbe? Piccolo manuale per vivere meglio accanto al prossimo.....

CHE ME POTREBBE COSTA'?



   Che me costava 'n soriso alla cassiera der supermercato quanno stavo a pagà, dopo che pe' dimme 15 euri m'ha sputato sui facioli e sulli pommodori?

Che me costava 'n soriso all'incrocio quanno 'na vecchietta m'ha attraversato cor rosso e m'è toccato inchioda' de brutto?

Nun se fa fatica a fa 'n soriso e stasera quanno magnerò le pasta scotta penzando che l'hai fatta colle mani tue dorci e delicate.
Che me costerebbe fatte 'n soriso?

E ar collega mio che la matina arriva tardi e nun fa na mazza tutto er giorno, che me costerebbe a faje 'n soriso?

E anche a sto stronzo puzzolente che me stà a pistà er calletto de continuo mentre sto su 'a metro de ritorno stanco morto de lavoro, nun me costerebbe gniente faje 'n soriso.

Come pure ar capoufficio che rompe li cojoni de continuo, che me costerebbe faje 'n soriso; Certo nun me costerebbe proprio niente...

Ma perché... se li mannassi tutti AFFANCULO, me costerebbe quarche cosa???





 

             


E adesso beccati queste freddure e vignette prese a caso!



«Si' e' vero! L'agopuntura e' un ottimo rimedio medico. Non ho mai visto un porcospino ammalato!»

- Secondo le statistiche l'uomo mangia una prugna ogni venti secondi: Non so chi sia 'sto tizio, ma so dove trovarlo!

Mercurio telefona su all'Olimpo:
"Pronto? C'e' NeTTuno?"
"No, sono uTiti tutti!"

Il giudice: "Lei ha visto il suo amico che picchiava la moglie e non è intervenuto?" "Mah, ho visto che ce la faceva da solo..."

Pugilato ingiusto