UMOR.IT, gli uomini.....

GLI UOMINI, QUESTI POVERI INCOMPRESI



- Gli uomini sono come il caffè: I migliori sono caldi, forti, e ti tengono sveglia tutta la notte.
 
- Gli uomini sono come i rappresentanti: Non puoi credere a una sola parola di ciò che dicono.
 
- Gli uomini sono come il computer: Difficili da capire, e costantemente abbastanza senza memoria.
 
- Gli uomini sono come le fotocopiatrici: Servono per la riproduzione e nient'altro.
 
- Gli uomini sono come le banane: Più diventano vecchi e più si ammosciano.
 
- Gli uomini sono come il conto in banca: Senza danaro, non generano interesse.
 
- Gli uomini sono come una nevicata: Non si sa mai quando sta venendo e di quanti centimetri sarà, e quanto a lungo durerà.
 
- Gli uomini sono come l'auto usata: Poco costosi e completamente inaffidabili.
 
- Gli uomini sono come le vacanze: Non durano mai abbastanza.
 
- Gli uomini sono come gli oroscopi: Ti dicono sempre quello che devi fare, ma di solito sbagliano.
 
- Gli uomini sono come il tempo: Non è possibile fare niente per cambiarli.
 
- Gli uomini sono come il cemento: Una volta stesi, ci mettono tantissimo per diventare duri.
 
- Gli uomini sono come le minigonne: Se non stai attenta, ti scoprono le gambe.
 
- Gli uomini sono come i giocatori di baseball: Una battuta, e via di corsa.
 
- Gli uomini sono come i dipendenti statali: Qualunque cosa gli si chieda, hanno sempre qualcos'altro di più importante da fare: Cioè niente.
 
- Gli uomini sono come un buon vino: Cominciano tutti come uva, ed è il tuo compito metterli sotto i piedi e tenerli al buio, fino a quando non maturano in qualcosa con cui ti piacerebbe cenare assieme.....


 

             


E adesso beccati queste freddure e vignette prese a caso!



- Io potrei solevare un elefante con una mano sola!
Ma dove lo trovo un elefante con una mano sola?

Che differenza c'e' fra il modello 740 e un film dell'orrore?
Col 740 si versa piu' sangue.

Tutto arrossato e sudato un marito sta stirando: "Cara, sei sicura che sia questa la cura del ferro che mi ha prescritto il medico?"

Acquisti nel Medioevo: "Vorrei uno scudo." "Quant'e'?" "Due scudi!"