UMOR.IT, gli uomini.....

GLI UOMINI, QUESTI POVERI INCOMPRESI



- Gli uomini sono come il caffè: I migliori sono caldi, forti, e ti tengono sveglia tutta la notte.
 
- Gli uomini sono come i rappresentanti: Non puoi credere a una sola parola di ciò che dicono.
 
- Gli uomini sono come il computer: Difficili da capire, e costantemente abbastanza senza memoria.
 
- Gli uomini sono come le fotocopiatrici: Servono per la riproduzione e nient'altro.
 
- Gli uomini sono come le banane: Più diventano vecchi e più si ammosciano.
 
- Gli uomini sono come il conto in banca: Senza danaro, non generano interesse.
 
- Gli uomini sono come una nevicata: Non si sa mai quando sta venendo e di quanti centimetri sarà, e quanto a lungo durerà.
 
- Gli uomini sono come l'auto usata: Poco costosi e completamente inaffidabili.
 
- Gli uomini sono come le vacanze: Non durano mai abbastanza.
 
- Gli uomini sono come gli oroscopi: Ti dicono sempre quello che devi fare, ma di solito sbagliano.
 
- Gli uomini sono come il tempo: Non è possibile fare niente per cambiarli.
 
- Gli uomini sono come il cemento: Una volta stesi, ci mettono tantissimo per diventare duri.
 
- Gli uomini sono come le minigonne: Se non stai attenta, ti scoprono le gambe.
 
- Gli uomini sono come i giocatori di baseball: Una battuta, e via di corsa.
 
- Gli uomini sono come i dipendenti statali: Qualunque cosa gli si chieda, hanno sempre qualcos'altro di più importante da fare: Cioè niente.
 
- Gli uomini sono come un buon vino: Cominciano tutti come uva, ed è il tuo compito metterli sotto i piedi e tenerli al buio, fino a quando non maturano in qualcosa con cui ti piacerebbe cenare assieme.....


 

             


E adesso beccati queste freddure e vignette prese a caso!



Un marito si pesa su una bilancia automatica in farmacia, una di quelle bilance che oltre il peso ti fanno l'oroscopo.
- Senti - fa' alla moglie mostrandole il bigliettino - Dice che sono energico, simpatico, pieno di risorse e un grande amatore.!
- Fa vedere, - dice la moglie prendendo lo scontrino - Hai ragione. Anche il peso e' sbagliato!!

In negozio: «Signora, potrei provare quel pantalone in vetrina?»
«Mi dispiace signore, ma in vetrina proprio non si può!!»

Il padre: "I tuoi studi mi costano un occhio della testa!"
E Pierino: "Ringrazia il cielo, papà, che sono uno di quelli che studiano poco!"

Non mi hanno mai spaccato i vetri dell'auto perche' ci avevo scritto sopra:
"Non spaccatemi i finestrini perche' non ho l'autoradio!"
Ma ieri, al posto dell'auto, ho trovato un biglietto con su scritto:
"Fa niente, all'autoradio ci pensiamo noi!"

L'attacco dei cloni!