Visite -8431 dal 740 Avanti Cristo!


Intanto beccati come antipasto queste freddure e vignette prese a caso:



"Sai che ho inventato una macchina per fare la barba? Uno ci mette dentro la faccia e ne esce sbarbato!"
"Ma com'e' possibile, non tutte le facce sono uguali!"
"Prima di entrare forse no, ma dopo uscite....."

- Ma se un atleta si ritira vuol dire che la doccia era troppo calda?

Ho portato mia suocera a vedere la stanza degli orrori al museo delle cere e uno degli inservienti mi ha avvertito:
«Signore, non la faccia camminare molto: stiamo facendo l'inventario!»

- Papa', visto che ho da parte un po' di soldi, tu cosa dici, mi sposo o mi prendo una moto?
- Ah io comprerei la moto! - Ma perche' proprio tu mi dici che e' meglio la moto?
- Perche' almeno quella, se te la fregano, te ne accorgi!

  INDIETRO (BACK TO)

  HOME PAGE



LE ULTIME BARZE PUBBLICATE
quattro risate fresche fresche.....



   Caserma dell'esercito. Il solito piazzale per la solita adunata del mattino. Tutti i soldati sono in fila per la ricognizione del classico sergente di ferro, severo e ligio al dovere. Le giovani reclute sono in fila davanti a lui. Arriva il sergentone, e comincia il suo controllo. "Ei tu! vieni avanti!" Intima ad un soldato. Il soldato fatto un passo avanti risponde come si conviene: "Signorsì!" E il sergente: "Come ti chiami?!" "Tony Muleghin!" Rispose la giovane recluta. Il sergente indicando la bandiera tricolore, che sventolava sul pennone piu' alto della caserma, chiese: "Allora Tony!.... sai dirmi cosa sventola lassu'?!" e nel mentre indicava la bandiera italiana. Tony alzò il viso emettendosi una mano sulla fronte per placare la luce accecante del sole che rendeva la visuale poco chiara, rispose con evidente accento veneto: "Le se' un drapo colorao!" Il sergente, chiaramente offeso da tale risposta, incalzò con tono minaccioso: "Allora Tony, ti ripeto la domanda, e stavolta vedi di rispondere come si conviene ad un soldato! altrimenti...... Allora, cosa sventola lassu'?" e tornò ad indicare la bandiera italiana. Tony riguardò verso l'alto e fissò con piu' attenzione quella cosa che per lui era sconosciuta. "Le se' un drapo colorao!" rispose. A quel punto la faccia del sergente si fece paonazza e la sua voce tremante di rabbia. Si avvicinò al soldatino e con aria truce gli intimò! "Bene! Vedo che non capisci! Ti ripeto per l'ultima volta la domanda, se anche questa volta non rispondi esattamente, come si conviene ad un buon soldato, 10 giorni di cella di rigore non te li leva nessuno! Ci siamo capiti?!" Il povero Tony rispose: "Signorsì!" E di nuovo il sergente: "Cosa sventola lassu'?" Il povero Tony, impaurito dalla minaccia del sergente, guardò nuovamente la bandiera, e mettendosi sempre la mano sulla fronte, socchiudendo gli occhi per focalizzare meglio la cosa, dopo qualche secondo di esitazione con voce tremante rispose: "Le se' un drapo colorao!" A quel punto la collera del sergente fu immediata. "Via, vai via! Andrai in cella di punizione! Ma come si fà a non sapere che quella lassu' è la bandiera italiana! Come fà un soldato a non sapere che quella rappresenta la tua Patria! Come si fa a non sapere che quello che sventola lassu' è il tuo tricolore!" E con voce sempre piu' adirata continuò: "Come fai, tu figlio d'Italia, a non sapere che quella lassu' è la tua mamma! La tua mamma capisci?!" Dopo questo sfogo, chiamò un'altro giovane soldato. "Tu!" intimò, "Vieni avanti!" E il soldatino, facendo un passo avanti: "Signorsì!" Il sergente con la sua aria ancora piu' severa del solito, chiese: "Che cos'e' quella lassu'?" E il soldatino con voce sicura: "La mamma di Tony!!!"

Inviata dallaBlaky


 

   Al termine del pomeriggio, un ginecologo aspetta la sua ultima paziente, che non arriva.
Dopo mezz'ora d'attesa, credendo che ormai non verrà più, decide di prendersi un gin tonic per rilassarsi prima di andare a casa. Si siede comodamente su una poltrona e inizia a sorseggiare il drink, leggendo un giornale.
All'improvviso, suonano alla porta. E' la paziente che arriva tutta ansimante e chiede scusa per il ritardo.
  - Non ha importanza! - le dice il medico - Guardi, stavo prendendo un gin tonic mentre aspettavo. Ne vuole uno per rilassarsi un po'?
  -Accetto con piacere!- risponde la paziente sorpresa.
Lui le serve un bicchiere di gin, le si siede di fronte, e iniziano a conversare piacevolmente. All'improvviso si sente un rumore di chiavi all'ingresso principale dell'ambulatorio. Allora il medico di soprassalto si alza in piedi:
  - Ops! E' mia moglie! Svelta! Si spogli e apra le gambe!

   Morale: Nella vita è tutto relativo!

Inviata dalla Vivix


 

   Moglie e marito sono a teatro, seduti in sala, in attesa dell'inizio dello spettacolo. Ad un certo punto l'uomo e' colto da forti dolori di pancia, sempre piu' insistenti e le si rivolge sottovoce:   
"Cara, non resisto, devo andare subito al gabinetto..."
E lei, sempre sottovoce:  
"Ma proprio adesso? La commedia sta per iniziare!"
Ma lui insiste:  
"Non resisto proprio. Torno subito!"
Detto questo si alza e piegato in due si avvia verso il fondo della sala con tremendi spasmi addominali e gorgoglii sinistri. Individuata la maschera si avvicina e chiede di un gabinetto.   
"Il gabinetto, certo. Dunque, faccia attenzione. Esca dalla sala e giri nel corridoio a destra; lo percorra fino in fondo e prenda la porta a sinistra, salga i quattro scalini che ci sono e poi entri nella prima porta a sinistra, faccia il corridoio a destra e quindi prenda la terza porta a sinistra. Li' c'e' il gabinetto!"
Oramai sull'orlo di un plateale cedimento intestinale, il poveretto ringrazia frettolosamente, si precipita fuori dalla sala e comincia a percorrere la strada indicatagli dalla maschera. Tuttavia dopo due o tre porte e qualche corridoio l'uomo si rende conto di essersi perso nei meandri del teatro. Nessuno in vista, autonomia di circa un minuto. Disperato, oramai piegato in due, gorgogliando in maniera pietosa, cerca un angolino appartato dove espletare i suoi bisogni, quando vede di fronte a se' una porta. Si avvicina e la apre. Entra in una stanza quasi completamente buia. L'ideale per dare sfogo al proprio intestino. Si guarda attorno in cerca di un contenitore dove depositare il tutto ed ecco che vede un vaso di fiori. Lo prende con movimenti concitati, sfila i fiori, si tira giu' i calzoni, ci si siede sopra e con immenso sollievo, fra rumori roboanti da' pieno sfogo ai propri bisogni, riempiendo quasi completamente il vaso. Con evidente sollievo, sfregandosi le mani per la soddisfazione di essersi cavato d'impaccio cosi' brillantemente da una situazione imbarazzante, l'uomo si riallaccia i calzoni, infila i fiori nel vaso e rimette tutto a posto. Quindi esce dalla stanza e rifatta la strada a ritroso, ritorna in sala. Lo spettacolo nel frattempo e' iniziato. Riguadagna il posto accanto alla moglie e le chiede sottovoce:   
"E' molto che e' iniziato?"
"Cinque minuti..." Gli risponde lei.  
"Di che parla?" Chiede lui sempre sottovoce.  
"Mah ... per la verita' non ho capito bene. E' arrivato uno, ha cacato in un vaso di fiori e poi e' andato via..."

Inviata da Birillo1


 

   Due si vogliono sposare e lei insiste che lui vada a cena da lei per conoscere i genitori, ma lo mette in guardia perche' sono molto formali. Quando arriva alla splendida residenza dei futuri suoceri, rimane stupefatto:
   "Che villa! Che parco! Devo proprio fare bella figura!"
Durante la sontuosa cena pero', gli viene drammaticamente un bisogno impellente. Pensa: "Se dico che devo andare in bagno e torno dopo dieci minuti capiscono troppo che sono andato a cacare e non sta bene..." pensa mentre si trattiene a fatica "Diro' allora che sono affascinato dal loro parco e che vado a respirarne gli splendidi profumi prima del dessert."
Detto fatto, va a tirare una cacata incredibile dietro un albero. Fa per rivestirsi e nota che la cacca non c'e' piu'. Incuriosito si mette a cercare quando arriva la sua fidanzata con suo padre:
   "Caro cosa stai facendo?"
E lui:
   "Ho perso l'orologio, mi sembra sia caduto qui" E pensa: 'Se la pestano sono finito...'
E il padre posato:
   "Che cose strane succedono questa sera nel parco... Tu che perdi l'orologio... La tartaruga che gira con un chilo di merda sul guscio..."

Inviata da Legolas


 

   Una signora ha appena partorito un bimbo e il pediatra le dice:
  "Signora, devo dirle una cosa importante su suo figlio!"
La signora preoccupata si mette subito a sedere e chiede:
"C'e' qualcosa che non va?? Come sta?"
  "Tutto bene, pero' suo figlio e' un po'... come dire... diverso: e' un ermafrodita!"
  "Scusi, che significa??"
  "Be', che ha caratteristiche... ehm... sia maschili, che femminili!"
La signora dapprima impallidisce, poi esclama:
  "Oh cielo!! Cioe' avra' sia il pene che il cervello??"

Inviata da: Antoli


 

   Una bella ragazza in vacanza se ne va sulla terrazza dell'albergo dove alloggia per prendere un po' di sole. Siccome non c'e' nessuno in giro, si toglie il costume da bagno per un po' di tintarella integrale. Stando stesa sulla pancia, quasi addormentata, sente il rumore di qualcuno che si precipita su per le scale. In fretta si copre con l'asciugamano, giusto in tempo per veder apparire il direttore dell'albergo.
   "Mi scusi, signorina. Non ho nessun problema se lei prende il sole sulla terrazza dell'albergo, ma gradirei molto se lei rimettesse il costume..."
   "E che differenza fa? Non c'e' nessuno, qui! Nessuno mi puo' vedere!"
   "Non e' propriamente esatto... se lei si sdraia sul lucernario del ristorante....."

McFerr


 

   Ero seduto con mia moglie ad un tavolo durante il raduno annuale dei veterani del mio Corso....
Continuavo a guardare una donna chiaramente ubriaca mentre, seduta da sola al tavolo vicino, dondolava il suo bicchiere con lo sguardo perso nel vuoto...
Fu cosi' che mia moglie mi chiese:
   "la conosci?"
   "Si,!" Sospirai. "E' la mia ex ragazza. Ho sentito in giro che ha cominciato a bere non appena l'ho lasciata, e da allora non l'hanno praticamente più vista sobria..."
   "Mio Dio" - esclamò mia moglie - "chi avrebbe mai detto che una persona potesse andare avanti a festeggiare così a lungo?!?!?!"

Ci sono sempre due modi per vedere la stessa cosa!!

Inviata dal Gianni Grandale'


 

   Un signore sta passeggiando nella campagna quando ad un certo punto nota un vecchio pozzo vicino a degli alberi.
Curioso di sentirne la profondità prende un sassolino e lo getta nel pozzo. Nulla. Allora prende un sasso più grosso e lo getta nel pozzo. Nulla. Prende un sasso molto grosso e lo getta nel pozzo. Nulla. Deciso a scoprire la profondità del pozzo prende un macigno enorme e con estrema fatica lo scaraventa giù per il pozzo. Attende e.....
SPLASH! Finalmente ha sentito quanto è profondo il pozzo!
In quel momento sente un rumore alle sue spalle: una pecora impazzita che belando velocemente corre verso di lui. Questi si scansa e la pecora continua la sua folle corsa gettandosi dentro il pozzo..... Allora impietrito dall'accaduto, si mette a riflettere su cosa fosse successo.
In quel mentre passa un pastore su una bicicletta, e vedendolo li' impalato gli domanda:
   - Scusi, ha mica visto una pecora?
   - In verità sì ma si è appena buttata giù in quel pozzo.
   - Ah, allora non era la mia; la mia l'avevo legata ad un macigno enorme!

McFerr


 

   Un sardo entra con una pecora in braccio in camera dove sua moglie e' distesa sul letto:
- Vedi cara questa è quella vacca con la quale vado a letto quando tu non ne hai voglia!
   Allora lei solleva la testa dal cuscino e gli dice:
- Sei il solito rincoglionito, quella che hai in braccio non è una vacca ma una pecora!
- E tu sei la solita presuntuosa, non è con te che parlavo!

Inviata da Birillo1


 

   Un Tedesco, un Francese e un Greco stanno discutendo sulla fedeltà delle loro mogli. Dice il Tedesco:
   "Quando torno a casa e guardo mia moglie, sono in grado di capire se mi ha tradito oppure no. Ha un aspetto così caratteristico che non mi lascia dei dubbi. Allora scendo alla cantina, prendo una grossa mazza e la picchio violentemente finchè non mi dice tutto: orario, luogo, nome!"
Dice allora il Francese:
   "Ma sei proprio una bestia! Come puoi trattare un essere umano così. Anche io quando torno a casa e guardo mia moglie, sono in grado di capire se mi ha tradito oppure no. Ha un aspetto così caratteristico che non mi lascia dei dubbi. Allora la porto a cena fuori, in un ristorante carino e romantico, poi la porto a spasso in riva alla Senna e lei, presa dai rimorsi mi dice tutto!"
A quel punto interviene anche il Greco:
   "Ma siete tutti e due degli imbecilli. Anche io quando torno a casa e guardo mia moglie, sono in grado di capire se mi ha tradito oppure no. Ha un aspetto così caratteristico che non mi lascia dei dubbi. Allora non dico niente, esco sul balcone e grido alla vicina: Signora Panayiòta, siete una zoccola!"
   "Chi è zoccola, io, o vostra moglie che va a letto con Yiòrgos, con Mìtsos e con Tàkis?"



Inviata da Birillo1


 

   Un uomo di citta' fa una passeggiata in campagna quando vede un contadino appoggiato alla staccionata con una mucca bianca ed una nera dietro, e gli chiede:
- Ehi che belle mucche... quanto latte le fanno al giorno?
- Ehhh.. quella bianca... tre litri.
- E quella nera?
- anche!
- quanti kilometri le fa pascolare al giorno? - Ehhh.. quella bianca.. sette. - E quella nera? - anche!
- E.. quanto fieno le mangiano? - Ehhh.. quella bianca.. sei chili. - E quella nera? - anche!
- Scusi.. mai io le sto facendo le domande per tutte e due le mucche... perche' mi risponde prima per quella bianca e poi...
- Ehh.. perche' la mucca bianca e' mia. - Ah! E quella nera? - ANCHE!

McFerr


 

   Un signore molto anziano è sdraiato nel letto in punto di morte. Ha la fedele moglie seduta al suo fianco che lo veglia. Con un filo di voce:
-Maria, ti ricordi quando è scoppiata la prima guerra mondiale e mi hanno chiamato per il fronte, e tu eri accanto a me?
-Si caro... si!
-...e quando poi sono rimasto ferito e sono stato 4 anni in ospedale militare, e tu eri accanto a me, Maria?
- Certo caro!
-E ti ricordi quando è scoppiata la seconda guerra mondiale e mi hanno richiamato, e tu eri accanto a me?
-Come non lo ricordo...
-...e quando mi hanno messo in campo di concentramento e dopo sei anni mi hanno liberato? Anche allora tu eri accanto a me!
-Si!
-E anche adesso che sto morendo, tu sei sempre accanto a me Maria...
-Sempre...
-Ah Mari'...dimmi una cosa...ma non è che porti sfiga?

Inviata da Birillo1


 

   Il presidente di un paese del Sud America,decide di fare un inchiesta personale per sapere che cosa la gente pensa di lui.
Si traveste dunque da popolano , fa fermare il suo autista a cinquecento metri da un cinema, entra e si siede.
Sullo schermo viene proiettato un cortometraggio di attualità ed il presidente vede sè stesso mentre spiega al popolo perché è necessario fare sacrifici, affinché il paese diventi ancora migliore.
Tutti applaudono.Solo lui resta impassibile, mentre si gode in silenzio il suo trionfo.E il vicino:
  "Batti le mani anche tu, cretino! Vuoi proprio farci arrestare tutti quanti?"

Inviata da Birillo1


 

   Un uomo trova sul giornale una notizia interessante, e dice alla moglie:
  "Sapevi che le donne utilizzano 30.000 parole al giorno e gli uomini solo 15.000?"
Allora la moglie gli risponde:
  "E' facile da spiegare, visto che bisogna sempre ripetervi due volte la stessa cosa!"
E lui: "Cosa?!?"

Inviata dalla Leo


 

   Un tipo sta tranquillamente leggendo il giornale quando improvvisamente sua moglie gli da una tremenda padellata in testa.
«Ma sei matta?» - reagisce furiosamente lui.
«Questo è per il biglietto che ho trovato nella tasca dei tuoi pantaloni, con il telefono di una tale Marilu'!»
«Ma no amore... ti ricordi il giorno che sono andato giocare ai cavalli? Marilù è il nome del cavallo su cui ho scommesso, ed il numero è il totale della giocata!!»
La moglie, pentita, gli chiede scusa. Alcuni giorni dopo, stessa scena, ed altra padellata.
«Ma Che ti prende ancora? » chiede lui molto sorpreso.
«Il tuo cavallo è al telefono.....»

Inviata da Freedom


 

   Un uomo sta camminando per strada con un suo amico balbuziente.
"Gua... gua... guarda que... que... que... quella bio... bio... bionda!"
"Quale?"
"È già pa... pa... pa... passata!"
Dopo qualche minuto: "Gua... gua... guarda que... que... quella ro... ro... rossa!"
"Dov'è?"
"È già pa... pa... pa... passata!"
I due continuano a camminare, quando: "Gua gua gua..."
"Sì, non ti preoccupare, l'ho vista, l'ho vista..."
"E a... al... allora pe... pe... pe... perché l'hai pe... pe... pe... pestata?"

Inviata da MusicMan


 

   Una sera una coppia che da molti anni e' sposata decide di confessare le loro scappatelle:
  "Cara io ti ho tradito. Ti ricordi quando abitavamo vicino a Maria? Quel corpo e' stato mio...! E ti ricordi quando abitavamo vicino a Susi? Ebbene quel corpo e' stato mio!" E ti ricordi quando abitavamo vicino a Carla? Anche quel corpo e' stato mio... Questo e" tutto, cara, e tu quando mi hai tradito?"
  "Caro ti ricordi quando abitavamo vicino alla stazione dei pompieri?"
  "Si'"
  "Bene, quel corpo e" stato mio!!!"

Inviata dalla Vivix


 

   Quattro madri conversano:
«Mio figlio è vescovo, e la gente gli dice: "Monsignore"»
«Il mio è arcivescovo, e la gente gli dice: "Vostra grazia"»
«Il mio è cardinale e la gente gli dice: "eminenza"»
«Eh, il mio è alto 2 metri, pesa 100 chili, ed ha un pisello cosi'! La gente dice: "Dio mio!!!"»

Inviata da Dalessiana81


 

   Un contadino e Dio stanno guardando la TV.
Ad un certo punto appare l'immagine di un campo, dove dei contadini stanno sgobbando curvi sotto il sole cocente.

  «Ma che stanno facendo quelli?» chiede Dio stupito.

  «Ma Signore!» risponde il contadino «Ma non avevi detto: "Lavorerai duramente il campo e ti sostenterai col sudore della tua fronte"?»

  «Ma io scherzavo!» ribatte allora con una gran risata.
Intanto le immagini cambiano, e si vede una panoramica del parlamento, dove c'e' chi sonnecchia, chi legge il giornale, chi chiacchiera amabilmente.

  «E questi invece chi sono?» chiede ancora al contadino.

  «Beh Signore, questi..... devono essere quelli che non han creduto che tu scherzavi!»

Inviata da McFerr


 

   In una importante società napoletana cercano un nuovo responsabile dell'ufficio stampa.
Dopo varie selezioni rimangono a contendersi il posto un milanese e un napoletano.
Il responsabile del personale decide allora di sottoporli a un ultimo test ed entrambi rispondono bene a 9 domande su 10.
Dopo una rapida valutazione, il manager si avvicina al candidato napoletano e gli dice:

  "Grazie del suo interessamento per la nostra società ma abbiamo deciso di assumere il candidato milanese".

Il candidato partenopeo, sbigottito, replica:

  "E perché mai? Entrambi abbiamo risposto correttamente a 9 domande su 10 ed essendo questa una società napoletana e io di Napoli, dovrei essere io a essere assunto!"

  "In effetti abbiamo preso la nostra decisione non tanto sulla base delle risposte corrette, quanto su quella incorretta".

  "E come può una risposta sbagliata essere meglio di un´altra?"

  "Semplice ... il candidato milanese alla domanda 7 ha risposto: 'Questa non la so'. Lei invece ha scritto: 'Neanche io!"

Inviata da Birillo1


 

   Due giovani carabinieri fanno un incidente ed ammaccano l'auto di servizio.
Scendono e restano impalati e sconcertati a guardare la carrozzeria malconcia, fino a che non passa un cammionista, che vedendoli cosi' imbambolati si ferma e chiede loro:

  «Ei ragazzi! Ma che vi e' successo?»

  «Siamo preoccupati, perche' quando il maresciallo vedra' la macchina, ci dara' una bella lavata di testa...»

  Il cammionista li tranquillizza spiegando loro che potranno risistemare le ammaccature semplicemente soffiando molto forte nel tubo di scappamento, ed i due trovandola una buona idea, a turno iniziano a soffiare con entusiasmo.
Ma poco dopo passa di li' il maresciallo, e sconcertato chiede che cosa mai stiano facendo. Scoperti, i due sono costretti a spiegare che immettendo aria dall'interno, la pressione avrebbe fatto rientrare le ammaccature.

  «Ma che fate imbecilli!» fa' il maresciallo scandalizzato «come pensate che funzioni se avete lasciato i finestrini aperti?»

Inviata da McFerr


 

   Un contadino che passa per un sentiero vede un ragazzino che tenta di rimettere sul suo carretto una gran quantità di fieno caduto sulla strada.
  "Mi sembri molto accaldato", dice il contadino, "Riposati un attimo, poi ti aiuto io!"
  "No, grazie", risponde il ragazzo, "Mio padre non sarebbe tanto contento".
  "Tutti devono riposarsi", insiste il contadino, "Vieni a casa mia a bere un po' d'acqua".
Di nuovo il ragazzo risponde:
  "Mio padre non sarebbe tanto contento".
  Il contadino dice: "Tuo padre è troppo severo. Dimmi dov'è che vado a parlargli io!"
  "Bè", risponde il ragazzo, "E' sotto il mucchio di fieno!"

inviata da Roax


 

   Ero in un bar a farmi un bicchierino quando il tizio accanto a me cade dalla sedia.
Lo tiro su e lo rimetto al suo posto, ma ricade.
Questa volta lo tiro su e gli dico: "Dove abiti?"
Lo caccio in macchina e lo porto a casa. Quando lo faccio scendere, prima di arrivare alla porta di casa cade ancora tre volte!
Suono, esce la moglie e le dico: "Salve! Le ho riportato a casa suo marito..."
Lei mi squadra e mi fa': "E dove e' la sua sedia a rotelle?"

Inviata da McFerr


 

   Un finanziere, un poliziotto e un carabiniere si ritrovano in servizio in una zona disagiata, costretti a mangiare alla meglio, appoggiati ai cofani delle auto, giubbotto antiproiettile sempre indossato, inevitabile pranzo al sacco.
Il finanziere guarda nella sua busta preparata dalla moglie e fa:
  «Panino col prosciutto...e voi?»

Il poliziotto controlla la sua busta:

  «Panino col prosciutto pure io...»

  «Panino con prosciutto come voi» esclama il carabiniere.

I tre mangiano mugugnando un po'.

Trascorrono i giorni e i militi continuano a trovare per pranzo un panino con il prosciutto ciascuno.
Un giorno d'estate, esasperato dalla monotonia, il finanziere esclama:

 

«Basta per la miseria! Se anche stavolta mia moglie ha preparato un panino al prosciutto giuro
che prendo la pistola e mi sparo!»
Nella busta c'è infatti il solito panino e prima che gli altri due possano reagire, il finanziere estrae a pistola d'ordinanza e si spara un colpo in testa.
Allora il poliziotto:

  «Giusto! Il collega ha dimostrato di avere palle d'acciaio e noi poliziotti ce le abbiamo toste come quelle dei finanzieri.
Adesso, se anche stavolta trovo il panino al prosciutto per pranzo, giuro che mi sparo anch'io»

Il poliziotto trova il solito Panino, emette un grido
furibondo, con gesto solenne estrae l'arma d'ordinanza e si spara in testa.
Il carabiniere si guarda attorno frastornato.
E' rimasto solo con due cadaveri.

  «Che colleghi coraggiosi! L'arma però non può essere da meno. Se anche io trovo il solito panino col prosciutto anche io mi sparo un colpo in testa!»

Inutile dire che anche il carabiniere trova l'immancabile panino e, in pochi secondi, si suicida con un colpo in mezzo agli occhi.
Il giorno dei funerali, le vedove camminano affrante al fianco delle tre bare che si avviano al cimitero.
La moglie del finanziere non smette di piangere e disperarsi:

  «Ma perchè lo hai fatto? Non ti piaceva il panino al prosciutto che ti preparavo? Potevi dirmelo
te lo avrei fatto al formaggio, alla mortadella, alle melanzane, perchè ti sei sparato, perchè?»

La moglie del poliziotto avanza lenta, fra un singhiozzo e l'altro:

  «Ma perchè lo hai fatto? Non ti piaceva il panino al prosciutto che ti preparavo? Potevi
dirmelo, ti avrei cucinato il pollo ai peperoni, la frittata di verdure, il timballo di maccheroni, ti avrei cucinato tutto quello che volevi, perchè ti sei sparato, perchè?»

La moglie del carabiniere chiude il mesto corteo. Cammina tranquilla, in nero come le altre, ma quasi rassegnata. 

  «Ma perchè lo hai fatto? Capisco il finanziere, capisco anche il poliziotto, ma tu........ pezzo di idiota, tu il panino te lo preparavi da solo!! »

Inviata da Dolcissimo62


 

   Un russo, dopo anni di risparmi, decide di comprare un'automobile. Telefona al concessionario e chiede:
   - Se faccio subito la prenotazione fra quanto tempo avro' la macchina?
   - Beh, se la prenota oggi l'avra' fra cinque anni...
   - Ma sara' di mattina o di pomeriggio?
   - Mi scusi, ma cosa le importa se fra cinque anni lo sara' di mattina o di pomeriggio?
   - E' solo perche' di mattina arrivera' l' idraulico!

Inviata da McFerr


 

  Un negoziante ha dei problemi finanziari e cosi' decide di vendere il retrobottega per realizzare un po' di soldi. Prepara un cartello con scritto:
      "SI VENDE IL DI DIETRO".
La moglie, inavvertitamente, si siede sul cartello e poi esce a fare la spesa. Un passante, leggendo la scritta rimasta appiccicata sul sedere della donna, chiede:
   «Mi scusi, ma come mai vende il di dietro?»
La donna, ignara, gli risponde:
   «Beh sa, sul davanti ci lavora ancora mio marito!»

Inviata da Birillo1


 

   Un carabiniere entra in un grande magazzino dove trova in vendita degli occhiali che fan vedere le donne nude.
Malgrado il costo elevato si lascia convincere a comprarli e uscito dal negozio si rende conto che effettivamente le donne nude le vede per davvero.
Dopo aver passato il pomeriggio a "divertirsi" ritorna a casa deciso a mostrare gli occhiali magici alla moglie. Entra, ma non la trova, la cerca dappertutto, ed alla fine entra in camera da letto ... e vede la moglie e un suo collega nudi.
Un po' sorpreso il carabiniere si toglie gli occhiali e vedendoli ancora tutti nudi, esclama:
«Maledizione! Se penso che ho pagato questi occhiali 300 euro e si sono gia' rotti!»

Inviata da Birillo1


 

   C'e' sciopero in Paradiso e Gesu' sostituisce San Pietro all'ingresso. Ad un tratto Gesu' vede avvicinarsi un arzillo vecchietto:
  "Benvenuto buon uomo, qual e' il tuo nome?"
  "Mi chiamo Giuseppe, ma ho vari soprannomi."
  "E che lavoro facevi Giuseppe?" "Il falegname."
  "E dimmi: hai avuto prole ?"
  "Ho avuto un figlio ma per miracolo, non so neanch'io come e' potuto accadere."
  "Ah si' ?!" diventando pensieroso "E... cosa faceva questo figlio?"
  "Eeeeh! Mi dava un sacco di grattacapi. Era sempre via insieme a persone sconosciute. Ma io lo sapevo che un giorno o l'altro lo avrebbero tradito!"
Gesu' sussulta un attimo, poi gli fa ancora una domanda:
  "E... senti, com'era il suo rapporto con... la gente ?"
  "Mah, qualcuno gli voleva bene, altri no. Ha avuto problemi con le forze dell'ordine... Eppoi, tutta quella gente che lo voleva mettere sempre in croce !"
Allora Gesu', con gli occhi pieni di lacrime alza le braccia al cielo e grida:
  "Papa'!!"
E Geppetto commosso: "Pinocchio!!"

Mcferr


 

  Un uomo sposato e' a letto in dolce compagnia della sua giovane e bella amante che gli chiede:
  "Sai, mi piacerebbe moltissimo fare all'amore con te, ma senza quella ispida barba..."
  "Ma, cara, se mi rado la barba mia moglie mi uccide!!"
Lei pero' con voce sempre piu' sexy e da gattina innamorata, insiste e insiste finche' lui e' costretto ad accettare.
Dopo la notte di fuoco si accomiata dall'amante e torna a casa.
La moglie sta dormendo e lui piano piano si infila sotto le coperte. Ma un brusco movimento la fa svegliare.
Si gira verso di lui e accarezzandogli il viso al buio gli dice:
  "Ma tesoro, non dovresti essere qui, mio marito dovrebbe tornare da un momento all'altro!"

Inviata da Birillo1


 

   "Oggi facciamo una prova di lancio. Contate fino a dieci e poi aprite il paracadute!"
Tutti si lanciano e arrivano a terra regolarmente, tranne uno che precipita e si sfracella al suolo scavando una buca enorme.
Una squadra di recupero si precipita per portare aiuto e trovano il poveretto tutto rotto che ancora contava:
"Se... se... se... sette, o..., o..., o...tto..."

Inviata da Birillo1


 

   Villaggio africano. Un nero si reca dal dottore:
«Doddore doddore, io nero, mia moglie nera, miei genidori neri, miei suoceri neri, eppure io avuto figlio bianGo!»
«"Eh, caro Bagonga, succede anche nelle pecore, sono tutte bianche eppure ogni tanto ne nasce una nera...»
«Va bene, doddore, io lascio stare tue pègore, ma du lascia stare mia moglie!!»

Inviata da Birillo1


 

   La sorella di Pierino s'è fatta il moroso, e con lui esce spesso il pomeriggio a passeggiare all'aria aperta.
La mamma di Pierino è un po' in ansia (questi giovani di oggi...) ed incarica Pierino di seguirla e stare attento che non le succeda niente.
Pierino esegue e segue oggi.....
esegue e segue domani ... Dopo alcuni giorni corre di corsa dalla mamma trafelatissimo:
  "Mammaaaaaaa, mammaaaaaaaa.... corri corri che mia sorella è moooooooorta!!!"
  "Ossignore Pierino mo cosa dici??? come sarebbe è morta???"
  "Sì, sì, mamma lei è stesa sotto, immobile, ed è morta di sicuro... lui è sopra e forse lo salviamo: mi sembra che muova ancora un po' il culo!!!"

Inviata da McFerr


 

   Un poeta sta passeggiando amabilmente in un parco, immerso in profonde riflessioni, quando, da dietro un cespuglio, vede sbucare all'improvviso una splendidaragazza: alta, mora, prosperosa... una Venere, insomma. Ne e' subito colpito.
Improvvisamente ispirato da cotale idilliaca bellezza, decide di dedicarle una poesia. Tuttavia non ha con se' nulla su cui scrivere, pertanto le si avvicina e, sorridendo, le chiede:

  "Mi scusi, gentile signorina, non avrebbe per caso un foglio di carta?"

  "E nno guarda, me spiasce... me so' pulita pur'io co' 'na manciata de foje!"

Sgranfignata da Mcferr


 

   In questi difficili tempi di crisi, Dio chiama a colloquio: Obama, Bin Laden e Berlusconi per cercare una soluzione:
   - Signori, è giunto il momento di rimboccarsi le maniche. Se non metterete in riga i vostri popoli sarò costretto a farvi spalare merda fino alla fine dei tempi.
   Immediatamente Obama indice una conferenza stampa a reti unificate, BBC, CNN: - ho due notizie da darvi, una buona e una cattiva: la buona è che Dio esiste, la cattiva è che se non ci metteremo in riga dovremo spalare merda da qui sino alla fine dei tempi!
   Lo stesso fa Bin Laden: - Ho due notizie da darvi, tutt'e due brutte: la prima è che Allah non esiste perchè esiste Dio, la seconda è che se non ci metteremo in riga dovremo spalare merda da qui sino alla fine dei tempi!
   E Berlusconi: - Ho due notizie da darvi, entrambe buone: la prima è che mio padre vi saluta tutti, la seconda è che da qui sino alla fine dei tempi ho trovato un lavoro per tutti voi!

Inviata da TuroDuro


 

"Dottore, mi aiuti... Mia moglie è frigida. Ho provato in tutte le maniere ma senza risultati."
  Il sessuologo lo consiglia di provare con il nuovo infallibile metodo americano:
  "Prenda una pistola a salve, faccia spogliare sua moglie e le spari! Sua moglie si trasformerà in una vera tigre. glielo assicuro!"
  Il tizio si precipita in un'armeria, acquista una pistola e va a casa. Dopo qualche giorno torna sconsolato dal sessuologo:
  "Beh?" - chiede il medico - "Com'è andata?"
  "Un disastro!" - spiega scoraggiato l'uomo - "Come lei mi ha consigliato sono andato a casa con la pistola, ho trovato mia moglie nuda nel letto. Quando lei ha visto la pistola ha cominciato a tremare. Io ho sparato e subito dopo ho sentito un forte odore di cacca....."
  "Se l'è fatta addosso, la poveretta?" chiese stupito il medico.
  "No... la poveretta no, lei è soltanto svenuta, ma quel maiale del suo amico che stava nascosto nell'armadio, invece si!!"

inviata dalla Ely


 

   Ad Assisi si incontrano i rappresentanti di varie religioni, un missionario Cattolico, un Rabbino ed un Mussulmano e parlano delle diverse esperienze.
  Il Cattolico racconta: "Eravamo in pieno oceano ed il mare era in burrasca, vento e onde minacciavano di rovesciare la nave, ma ci mettemmo a pregare tutti insieme e dalle nuvole un raggio di sole ci illumino' la via calmando le acque e placando il vento. Fu un vero miracolo di Cristo!"
  Ed il Mussulmano: "Eravamo nel deserto durante una bufera, scarsi i viveri e l'acqua, la strada era smarrita, pregammo Allah e un raggio di sole usci' dalle nuvole, placo' il vento e ci indico' la via per l'oasi. Fu un vero miracolo di Allah!"
  Allora il Rabbino: "Camminavo nel ghetto di New York, era sabato, attento a non commettere peccati, quando di fronte a me vedo un portafogli pieno di dollari. Non potevo toccarlo per le Sacre Leggi, ma un raggio di sole buco' le nuvole ed illumino' il ricco portafoglio. Fu un miracolo, tutto intorno era sabato, ma li' era mercoledi'!"

Inviata da Rafaello


 

   In un meeting di ortopedici tre dottori chiacchierano al di fuori della hall. Ad un certo punto dalle scale scende un tipo che cammina zoppicando e con le gambe divaricate.
Allora i tre specialisti ne cominciano subito a fare una diagnosi.
   Il primo azzarda: "Per me ha avuto una frattura al femore destro..."
   Il secondo: "Per me invece ha avuto una frattura di entrambi i femori!"
   Il terzo: "Per me ha avuto la rottura di almeno un menisco del ginocchio."
Dopo varie discussioni i tre decidono di chiedere la conferma all'interessato:
   "Ci scusi buon uomo, ma io e i miei colleghi stiamo discutendo sulla sua malattia, ci puo' dire quale di queste tre ipotesi e' quella giusta?"
"Ah dottori, ci siamo sbagliati in 4; anch'io credevo che fosse solo una scoreggia, invece..."

Inviata da BluOceano2


 

   Un funzionario dell'Agenzia delle Entrate si reca presso una Sinagoga per fare un controllo fiscale sui conti e sui registri della stessa. Alla fine del controllo, trovando tutto perfettamente in regola, pensa tra sé che non può tornare in ufficio a mani vuote e senza aver scovato la benché minima irregolarità. Allora chiede al contabile della Sinagoga:
   'So che voi utilizzate parecchie candele durante le vostre cerimonie, come smaltite la cera che rimane?'
Il contabile risponde:
   'Vede, noi raccogliamo tutta la cera in queste apposite casse e poi le spediamo all'industria della cera che ricicla quanto rimasto e ci rispedisce delle nuove candele, come può vedere dalle bolle di accompagnamento emesse e dalle bolle di spedizione dell'industria'.
Il funzionario, non contento, chiede di nuovo:
   'Io sono a conoscenza che, sempre durante le vostre cerimonie, voi utilizzate del pane. Come smaltite le briciole di pane che rimangono?'

   'Anche qui agiamo nella perfetta regolarità, infatti raccogliamo tutte le briciole in queste casse che poi, accompagnate da regolare bolla di accompagnamento, mandiamo ad un panificio che ci restituisce del pane intero, che riutilizziamo.'
Al funzionario viene, allora, una brillante idea e chiede:
   'E quando fate la circoncisione, come riciclate la pelle che tagliate ai vostri adepti?'
   'Guardi, la mettiamo in queste casse, la mandiamo, con regolare bolla, alla Agenzia delle Entrate e loro, ogni tanto, ci mandano una TESTA DI prepuzio!!'

Inviata da DolceMistero


 

   La giovane nuova inquilina di un condominio suona alla porta del suo vicino, uno scapolone incallito. Quando il giovanotto la vede resta stupito dalla sua bellezza. Lei, disinvolta, si presenta:
   "Ciao, sono la tua nuova vicina di pianerottolo! Mi chiamo Valeria, e tu?"
   "Piacere, io sono Giacomo!"
   "Senti, stasera ho tanta voglia di andare a ballare e fare le ore piccole, tu sei impegnato?"
E lui, con un sorriso a 32 denti:
   "Noooo!" "Allora me lo tieni il cane?"

Sgranfignata da Mcferr


 

 Americani: Prego deviate vostra rotta 15 gradi Nord per evitare collisione. Passo.
 Italiani: Richiediamo invece deviazione VOSTRA rotta 15 gradi Sud per evitare collisione. Passo.
 Americani: Qui è il capitano di una nave della Marina Americana. Ripeto, deviate la VOSTRA rotta. Passo.
  Italiani: No. Ripeto, dovete deviare la VOSTRA rotta. Passo.
 Americani: QUI È LA PORTAEREI LINCOLN, LA SECONDA NAVE DA GUERRA PIU' GRANDE DELLA FLOTTA aMERICANA, TRE CACCIATORPEDINIERI DI SCORTA, TRE INCROCIATORI E NUMEROSI VASCELLI DI SUPPORTO. CHIEDIAMO CHE DIROTTIATE 15 GRADI NORD, RIPETO UNO - CINQUE GRADI NORD, ALTRIMENTI PESANTI CONTROMISURE VERRANNO PRESE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA NAVE. PASSO.
 Italiani: Fate un po' come ve pare, noiartri semo er faro de Civitavecchia!! Passo e Chiudo.

Inviata da Birillo1


 

   - Io a scuola non ci voglio andare! -Perché?
-Perché mi picchiano, mi prendono in giro, e poi non mi piace! - Invece tu ci vai!
- No! -Giovanni, smettila di fare i capricci: hai 50 anni, e poi... in quella scuola tu sei il preside!!


 

   E' una grigia giornata d'autunno. I migliori cavalieri del regno stanno per partire per la Crociata. Uno di loro si accomiata dal suo miglior amico:
   "Mia moglie e' una delle donne piu' belle del regno. Voglio che nessuno la insidi. Pertanto, siccome tu sei il mio piu' caro e fidato amico, ti lascio la chiave della sua cintura di castita' affinche' tu la possa usare nel caso io non dovessi tornare....."
I cavalieri partono, ma non hanno fatto un miglio che dalla cima della collina che sovrasta la citta' vedono arrivare al galoppo un uomo a cavallo. Quando questi si e' avvicinato abbastanza il cavaliere si accorge che si tratta del suo migliore amico che con voce ancora affannata per la corsa gli grida:
   "Ehi! Mi hai lasciato la chiave sbagliata!!"

Inviata da Birillo1


 

   In Texas un ometto entra nel fast-food di una stazione di servizio, ordina hamburger, patatine e birra e si siede a un tavolino. Tre motociclisti della terribile banda degli Hell's Angels appoggiati al bancone del bar lo puntano, e appena la cameriera lo serve si avvicinano al suo tavolo e uno gli frega mezzo hamburger, l'altro si beve la birra ed il terzo, ridendo, si ficca in bocca una manciata di patatine.
Il tizio non alza neppure lo sguardo, si alza, va alla cassa, paga ed esce. Dopo un momento uno dei motociclisti ridendo dice al barista:
   "Ehi, hai visto che merda di uomo?"
   "Ed anche come autista non deve valere un gran che'," fa' il barista, "visto che nell'uscire col suo autotreno e' passato in pieno sopra alle vostre tre moto!"

Inviata da Birillo1


 

  Un cane rincorre un gatto ma questo piu' svelto s'infila in un buco nel muro.
Dopo un po' arriva un altro cane che comincia a fare: "Miaooo miaoooo...." Allora il gatto esce e i due lo prendono e se lo mangiano.
Finito il pasto il secondo cane molla una gran pacca sulla schiena all'altro e gli fa':
"Eeeeh, al giorno d'oggi se non sai almeno due lingue non si riesce neanche a mangiare !"
 

   Un tale di nome Mario invita spesso un amico carabiniere al ristorante.
Una sera l'amico vede che Mario conserva accuratamente i semi della mela e gli chiede il perchè, al che lui risponde:
   "Li vendo ai cinesi che ne ricavano un olio capace di sviluppare l'intelligenza, glieli faccio pagare ben 5 Euro l'uno."
Il carabiniere allora gli chiede di vendergliene 3 e senza indugi si toglie di tasca 15 Euro. La cosa si ripete per altre tre volte, il che significa che per 9 semi ha speso 45 Euro. Qualche sera dopo si ritrovano e il carabiniere dice a Mario:
   "Sai? Quei 9 semi non li ho venduti, ho preferito mangiarmeli, però ci ho riflettuto! Con 45 Euro chissà quante mele compro, ed altro che 9 semi!"
   "Ecco," gli fa'Mario, "vedi che allora funzionano?"

Inviata da Lidia999


 

  Un ragazzo sta mostrando al suo nuovo compagno di stanza uno stupendo College americano. Gli fa vedere la palestra, la piscina, il bowling, la mensa, il campo da golf, la sala computer e finalmente la loro stanza. Il ragazzo rimane affascinato da tanto splendore, la stanza è enorme con un televisore iper-tecnologico, un mega stereo, il frigo-bar, la vasca idromassaggio e, su di un tavolino, un enorme martello.
  Il ragazzo incuriosito chiede a cosa serva quel martello e il compagno gli risponde che si tratta di un orologio parlante. Questi stupito ne vuol sapere di piu', l'altro allora si decide a mostrargli come funziona, prende il martello e lo sbatte contro il muro e dopo un paio di secondi si sente una voce dall'altra parte del muro che urla:
  «Idioti finitela è già l'una di notte!!»


 

 Quattro ingegneri sono su una 500 che si ferma per un guasto.
Il chimico dice: «Secondo me è un problema di combustione.»
L'ingegnere elettrico dice: «Per me è un problema di batteria.»
L'ingegnere elettronico osserva: «E' un problema di centralina.»
L'informatico invece suggerisce: «Perche' non proviamo a uscire ed a rientrare?»




 

   In una famiglia scozzese, il padre dice al figlio:
 "Vai dal vicino e fatti prestare un martello perché dobbiamo piantare questi chiodi per appendere i quadri nuovi."
Il figlio va dal vicino e dopo pochi minuti torna a casa senza martello e dice:
 "Papà, non me l'ha voluto dare, perché dice che glielo consumiamo!"
E il padre, infuriato:
 "E' una vergogna avere questi vicini così spilorci, va bene non importa, vai giù in cantina e prendi il nostro....."


 


   Ad un ritrovo del liceo, 20 anni dopo:
«Anna come stai?»
« Beh Carlo, ho una buona e una cattiva notizia.»
«Dimmi quella cattiva prima!»
«La settimana scorsa sono stata sottoposta da isterectomia»
«Oddio! E quella buona?»
«Il dottore ha ritrovato il tuo orologio che avevi perso al liceo!»
 

  Na vecieta che a gavara' minimo na ottantina de ani ma bea impiperia, a entra in na farmacia de Rialto e a ghe domanda
al farmacista:
- Gave' voi altri l'aspirina? -
- Sì, certo che l'abbiamo
- E gave' i anti doeoriferi? -
- Abbiamo anche quelli, signora! -
- E l' Viagra? -
- Sì pero' li' ci vuole la ricètta del dottore! -
- E gave' par caso e medissine par i reumatismi?
- Li abbiamo! -
- Oh...el me diga.... el gel par e emaroidi, ghe xe?
- C'è, c'è.... -
- E a purga par ndar de corpo? -
- Ma certo! -
- I antidepresivi? -
- Per quelli ci vuole la ricetta! -
- I soniferi? -
- Abbiamo sia quelli con ricetta che senza! -
- E giosse par aumenatre a memoria? -
- Si' ci sono anche quelle! -
- I panoini par l'incontinenza? -
- Ma lei scherza, signora? Certo che ci sono! -
- E gave' anca....? -
  A questo punto il farmacista perde la pazienza e dice:
- Signora, mi stia a sentire, lei è entrata nella migliore farmacia di Rialto, noi abbiamo tutto ma proprio tutto!
Adesso mi vuole dire cosa le serve davvero?
- El veda, sabo prosimo me sposo co Bepi, che el ga 95 ani: voevo saver se posso assar qua' a lista de nosse!

 

In una grossa multinazionale un giorno un impiegatino nuovo nuovo si blocca davanti alla macchina "tritura-documenti" e la fissa con sguardo vacuo.
Un segretario passa di lì e chiede: "Posso aiutarti in qualche modo ?"
L'impiegatino un po' titubante, per paura di rimediare una figuraccia: "Stavo cercando di capire come funziona questa....."
"Bah... guarda è molto semplice......" e gli strappa letteralmente di mano il grosso plico di documenti che l'altro teneva in mano, e li posiziona davanti alla bocca del macchinario che avidamente li inghiottisce, li mastica e li digerisce nel più totale silenzio. I due restano qualche attimo a guardare la macchina e dopo qualche momento di imbarazzo, il segretario rompe il silenzio:
"Beh, tutto a posto, no?" e fa per allontanarsi.
"Beh, a dire il vero, un'altra domanda ce l'avrei..... ma da dove escono le copie ?"
 

John O'Reilly sollevò la sua birra e disse:
- Brindo affinché possa trascorrere il resto della vita tra le gambe di mia moglie!
Questo brindisi gli fece vincere il premio top al pub per il miglior brindisi della serata.
Quando tornò a casa disse a sua moglie: - Mary, ho vinto il premio per il miglior brindisi della serata!
E lei disse:
- Davvero? E a cosa hai brindato?
John, rimuginando, disse:
- A che possa passare il resto della mia vita seduto in chiesa accanto a te...
- Oh John, ma è meraviglioso! - lei gli disse.
Il giorno dopo Mary incontrò per caso uno degli amici di John. L'uomo
ridacchiando le disse:
- John ha vinto un premio ieri sera grazie ad un brindisi su di te, Mary!
E lei rispose:
- Oh si, me lo ha detto. Anch'io ero un po' sorpresa. Sai, John è stato lì
solo due volte negli ultimi quattro anni. Una volta si è addormentato, e
l'altra volta ho dovuto tirarlo per le orecchie per farlo venire!!!

 

  Un postino sta per consegnare la posta quando vede un bambino che sta giocando con la terra. Gli si avvicina e gli chiede:
  "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?"
  "Impasto"
  "E che cosa impasti?"
  "Fango e Merda!"
  "Che cosa ci fai?".
  "La tua faccia!"
Allora indignato il postino se ne va. Il giorno dopo ritorna per consegnare altra posta e vede sempre quel bambino che gioca con la terra. Gli si avvicina e gli richiede:
  "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?"
  "Impasto"
  "E che cosa impasti?"
  "Fango e Merda!"
  "Che cosa ci fai?"
  "La tua faccia!"
Sempre piu' indignato il postino cerca un vigile. Gli racconta tutta la storia e gli chiede se puo' far qualcosa. Il vigile quindi va dal bambino:
  "Ciao bel bambino, cosa stai facendo?"
  "Impasto"
  "E che cosa impasti?"
  "Fango e Merda!"
  "Scommetto che ci fai la mia faccia?"
  "No! ci ho TROPPA POCA MERDA!!!"

 

  
Tre future mamme sferruzzano durante la dolce attesa.
La prima: "Spero che il mio sia un maschietto, perché il maglioncino che sto facendo è celeste....."
La seconda: "Io spero che sia una femminuccia, poiché il maglioncino che sto ricamando è rosa....." E la terza: "Io spero che sia spastico: ho cannato completamente le maniche!"
 

  In famiglia sono tutti preoccupati, il nonno di   95 anni di  li a qualche giorno deve fare la  visita per l'abilitazione alla guida, ovviamente ogni argomento per dissuadere il vecchio da quella    visita è inutile, tra l'altro il nonnino  si conserva bene.
In ogni caso si decide di andare dal dottore che visiterà il vecchio raccomandandolo di non abilitarlo alla guida.
Il medico li ascolta poi li rassicura dicendo di lasciar fare che lui conosce bene il suo mestiere.
Il giorno fatidico arriva, ed il vecchio si presenta risultando brillante a tutte le prove a cui viene sottoposto.
  "Posso andare dottore?"  dice il vecchietto.
  "e, no, c'e ancora una prova".
Il Dottore inizia, "sei sulla statale, è notte, due grossi fari distanti ti illuminano, cos'è?".
  "Saranno i fari di un camion",dice il vecchio.
Riprende il dottore, "va bene un camion, ma che marca di camion?"
  "beh, se è notte è impossibile saperlo", ribbatte il vecchio.
  "ok, vediamo quest'altra domanda, sei sulla statale, di notte, vedi due fari, cos'è?"
  "sarà una  macchina".
  "va bene macchina, ma io vorrei sapere se è una fiat,una volvo, o una altra marca".
  "non so", risponde il vecchio, "se è notte è impossibile saperlo."
  "non ci siamo, ancora una opportunità", dice il dottore ghignando, "sei sulla statale, è notte, da lontano vedi un piccolo faro, cos'è?".
Il vecchio un po stizzito, "cosa vuole che sia sarà una bicicletta".
  "va bene bicicletta, ma io voglio sapere se è una Bianchi oppure una altra marca".
  "mi scusi dottore ma se è notte come si fa a vedere la marca?".
Il medico con strafottenza, " a me non interessa, lei non è stato esauriente nelle risposte io non  le rinnovo la patente".
La prima reazione del vecchio sarebbe stata quella di aggredire quel cretino di medico, poi  capisce che sarebbe stato peggio, fa per andarsene, poi si volta verso il medico  e dice, "scusi dottore posso porle io un quesito?"
  "ma certamente!"
  "dottore lei è sulla statale, è notte, lei viaggia con la sua auto, ad un certo punto   incrocia una signorina con minigonna ombelicale, che si scalda vicino ad un copertone che brucia, intanto fa roteare la borsetta sul polso, chi è?"
  "facile ", risponde il dottore, "è una prostituta!"
  "va bene  prostituta", conferma il vecchio "ma chi prostituta, sua madre, sua sorella o sua moglie?"

 

  Padre e figlio sono in giro in auto. Ad un semaforo attraversa la strada una biondona con una super minigonna. Il padre esclama:
  "Che culo!" "Come hai detto, papa'?"
Il padre pensando che il figlio dica tutto alla madre prova a imbrogliarlo: "Ehmm... ho detto Gufo!"
  "Gufo? e cos'e' un gufo?"
Il papa', contento di avere salvato la faccia e orgoglioso di potere spiegare qualcosa al pargolo, inizia a spiegare:
  "Il gufo e' un uccello, ha le ali,il becco e vola!"
Passa un minuto e il figlio chiede: "Papa', ma i gufi hanno figli?"
  "Certo! Si chiamano gufini, hanno le aline, i becchini e volano!"
Ne passa un altro e il figlio chiede ancora: "Papa', ma i gufini hanno figli?"
    "Certo! Si chiamano gufetti, hanno le alette, i becchetti e volano!"
Dopo un altro minuto il figlio torna a chiedere: "Papa', ma i gufetti hanno figli?"
  "Certo! Si chiamano gufettini, hanno le alettine, i becchettini e volano!"
Un altro minuto ancora il figlio: "Papa', ma..."
E il padre, esasperato: "CULO! Ho detto CULO!"

 

   Una donna rientra a casa e trova il marito a letto con una bella e giovane ragazza.

'Porco schifoso!' gli grida la donna, 'Come hai potuto farmi questo, ad una moglie fedele, alla madre dei tuoi figli! Ti lascio immediatamente, chiederò il divorzio !'

Ma il marito: 'Ehi un momento, lascia che almeno ti spieghi ...'

'Va bene", - dice lei - "tanto queste saranno le tue ultimeparole che ascolto ...'

Lui comincia: 'Stavo entrando in macchina per venire a casa quando si è avvicinata questa ragazza e mi ha chiesto un passaggio. Sembrava smarrita, impaurita e indifesa: mi ha fatto compassione, così l´ho fatta salire in auto. Ho notato che era molto magra, mal vestita e assai sporca. Mi ha detto che non mangiava da tre giorni ! Così, preso dalla compassione, l´ho portata a casa e le ho scaldato gli involtini di carne che avevo preparato per te ieri sera, sai quelli che non hai mangiato per timore di metter su peso. Beh, li ha divorati in un istante !! Visto che era sporca l´ho invitata a farsi una doccia e mentre era in bagno ho visto che i suoi abiti erano lerci e pieni di buchi: li ho buttati via. Dal momento che aveva bisogno di vestirsi, le ho dato i tuoi jeans di Armani, quelli di qualche anno fa e che tu non metti più perché ti sono diventati molto stretti. Le ho dato anche l´intimo che avevo comprato per il tuo compleanno ma che non hai mai indossato perché dici che ho cattivo gusto. Le ho dato anche quella camicetta sexy che mia sorella ti ha regalato a Natale e che non metti per farle un dispetto; poi anche quegli stivali che avevi preso in quella costosa boutique ma che non portavi perché in ufficio una collega ne aveva un paio uguali...'

A questo punto l´uomo tira un lungo respiro e continua: 'Mi era così grata per la mia comprensione ed il mio aiuto che mentre l´accompagnavo alla porta, mi si è rivolta in lacrime e mi ha chiesto:

'Non c´è qualcos'altro che tua moglie non usa più? '


 

   Paco e Dolores si sposano.
Paco era un uomo 'vissuto' di città.
Dolores invece era molto innocente, e non sapeva niente di niente.
Credeva ancora che i bambini nascessero sotto i cavoli.

  Paco era un povero lavoratore e non poteva permettersi di prendere una vacanza per portare la moglie in luna di miele.
Così la prima notte la passarono nella piccola casetta di lui.
Quando Paco finalmente era tutto svestito Dolores dice:
  "Oh Paco che cosa è quello?"
Paco che pensava molto velocemente, dice:
  "Dolores, io sono l'unico uomo al mondo con uno di questi!!!"
E dicendo così procede a dimostrare a Dolores a cosa serve.
Alla fine ovviamente Dolores era molto felice!!!

  Al mattino Paco va al lavoro come al solito.
Quando ritorna a casa quella sera, Dolores era davanti alla casa tutta nervosa, qualcosa la disturbava.
  "Paco tu mi hai detto che eri l'unico uomo al mondo che aveva uno di questi, ed invece ho visto Gonzales che si cambiava dietro al cespuglio, anche lui ha uno di questi che hai tu!"
Pensando velocemente Paco dice: 'O Dolores, Gonzales è il mio migliore amico.
Avevo due di questi cosi, e ne ho dato uno anche a lui.
Così lui dopo di me, è l'unico altro uomo ad avere uno di questi....."
Dolores, stupidamente accetta la risposta e continuano ancora a fare le loro cose quella notte.

  Paco la mattina dopo va a lavorare come al solito.
Al suo ritorno trova Dolores davanti alla casa furiosa!!!
Paco dice: "Cosa è successo?"
      "Paco sei un cojones!!!" dice Dolores "Hai dato a Gonzales quello che funziona meglio!!!"

 

   Un Bolognese, un marocchino ed un albanese ordinano un caffè, e mentre aspettano, uno di loro rovescia la zuccheriera.
I tre fanno per raccoglierla, ma da essa magicamente ne esce un genio:
   "Sono il genio della zuccheriera, avete un desiderio a testa, chiedetemi qualsiasi cosa e sarete esauditi!"
Dopo lo stupore iniziale, si fa subito avanti il marocchino:
   "Io vorrei diventare ricco per poter tornare a Marrakesh, anzi vorrei che tutti i marocchini potessero essere benestanti in modo da ritornare nella propria terra senza dover stare qui ed essere insultati."
Detto fatto, PUFF... in un baleno il marocchino sparisce e con lui tutti i marocchini.
   "Anch'io vorrei che tutta la mia gente possa stare bene," fa l'albanese, " tornare in Albania e non subire più le umiliazioni che subisce qui."
PUFF ... Anche lui viene accontentato.
A questo punto toccherebbe al Bolognese, ma lui non dice niente. Allora il genio gli chiede:
   "E tu cosa vorresti?"
Con un sospiro lui risponde:
   "Mah... me adès a soun a post axè, fam un cafè!"



 

   Una ditta deve assumere un dipendente. I due dirigenti si chiedono che tipo di domanda porre ai candidati.
"Io farei una domandina facile, giusto per metterli a loro agio!"
"Va bene, li faremo contare fino a 10!"
Arriva il primo candidato. E l'esaminatore gli dice: "Buongiorno, conti fino a dieci, per favore."
"Due, quattro, sei, otto, dieci."
"Ma no! ... Con tutti i numeri!"
"Sa, io sono un postino, e faccio il lato con i numeri pari, per me adesso esistono solo quelli!"
"D'accordo ..., vada pure!"
Arriva il secondo candidato: "Conti fino a dieci, per favore!"
"Uno, tre, cinque, sette, nove."
"Ma no!... Con tutti i numeri!"
"Sa ..., io sono collega di quello di prima, solo che faccio l'altro lato della strada, quello dei numeri dispari e per me esistono solo quelli!"
"Va bene, vada!"
Arriva il terzo candidato:
"Per caso anche lei è postino?"
"No, ci mancherebbe ... io lavoro in Comune!"
"Oooh, meno male ... conti fino a dieci, per favore!"
"Uno, due, tre, quattro, cinque..."
"Ma lei allora sa' contare!" esclama l'esaminatore."
"Certo, io lavoro in ufficio, sa'?"
"Continui, la prego."
" sei, sette, fante, cavallo e re!"


 

- Fai piano... per me e' la prima volta!
- Ma se hai avuto sette mariti?!?
Si ma il primo faceva il venditore, mi ripeteva sempre quanto sarebbe stato fantastico.
Il secondo era un programmatore, non era mai sicuro che funzionasse.
Il terzo era un ingegnere e diceva di aver bisogno di tre anni di ricerca.
Il quarto lavorava in comune e diceva che quello non era suo compito.
Il quinto era uno psicologo e ne parlava soltanto.
Il sesto era un ginecologo, guardava e basta.
Il settimo collezionava francobolli! Quanto mi manca.
- E cosa ti fa pensare che con me sara' diverso?
Tu sei un bancario. Mi fotterai sicuramente!!!

 

    Per una ricerca scientifica vengono rinchiusi in tre stanze un ingegnere, un fisico e un matematico, al fine di calcolare quanto tempo ci impiegheranno ad uscire, lasciando loro solo carta e penna.
L'ingegnere misura le dimensioni della porta, trova il punto debole e riesce a sfondarla, uscendo quasi subito.
Il fisico studia con attenzione la porta e dopo molti calcoli trova il carico di rottura del materiale di cui è composta la porta e riesce a sfondarla.
Il matematico pero' non esce. Gli scienziati decidono allora di aspettare alcuni giorni, ma dopo vari giorni capiscono che ormai debba essere morto e aprono la porta.
In effetti il matematico è morto e tutto intorno a lui ci sono centinaia di fogli scritti. Ne prendono uno e leggono:
"...dunque, supponendo per assurdo che la porta sia aperta..."

 


    Capito' che una giovane coppia appena sposata andasse a passare la prima notte di nozze a casa dei genitori di lui.
Il mattino seguente, la madre si alzo' e preparo' una deliziosa colazione, con un menu' speciale in onore ai neo-sposi.
Poi chiamo' tutti per la colazione, e tutti giunsero, tranne i due sposini.
Li aspettarono un po', poi non vedendoli arrivare iniziarono a mangiare. La madre disse:
"Chissa' perche' non sono scesi a mangiare......"
Il fratellino dello sposo rispose: "Mamma, io penso che....." "Taci" lo zitti' la madre, temendo quale uscita inappropriata "Non voglio sapere cosa pensi tu!"
Venne l'ora di pranzo, la madre preparo' un altro magnifico menu' e chiamo' tutti a mangiare. Ma ancora la famiglia dovette iniziare a mangiare senza che i due sposi fossero scesi tra loro.
Mentre sparecchiava la madre chiese di nuovo: "Perche' non sono scesi a mangiare?"
Il fratellino dello sposo provo' a dire qualcosa, ma fu nuovamente zittito dalla madre.
A cena successe tutto come a pranzo e la madre si trovo' di nuovo a chiedersi come mai quei due non si fossero visti per tutto il giorno.
Il fratellino prese un poco di coraggio e riprovo' a dire: "Mamma, io penso che....."
"Dai, cosa pensi tu?" gli chiese severa la madre.
"Ecco, io penso che mio fratello, quando ieri notte e' sceso per prendere la vasellina, abbia preso la mia colla per i modellini............."


 

    Un giovane e brillante neolaureato in medicina torna a casa da papà per fare un po' di pratica assieme a lui.
Il padre, fiero della laurea del figlio, lo scoraggia immediatamente:
"Caro mio, la laurea ti serve solo per imparare le cose teoriche, ma è sul campo che si impara di più. Oggi mi seguirai nel mio giro quotidiano di visite e capirai!"
Allora si recano dalla prima persona che ha richiesto la visita a domicilio. Entrano in casa e vedono una donna malconcia sdraiata a letto. Dopo La visita e, dopo aver scritto due righe sul taccuino, al medico cade la penna a terra. La raccoglie e dice alla signora:
"Si riposi e smetta di fare i lavori di casa in modo così maniacale!"
Escono dalla casa della signora e il figlio chiede al padre: "Ma come hai fatto a sapere che fa le pulizie in modo maniacale?"
"Semplice, quando ho fatto cadere apposta la penna per terra nel raccoglierla mi sono accorto che non c'era un filo di polvere."
La casa dopo il padre decide di far provare al figlio. Entrano in casa e c'è una donna a letto. Il dottore giovane la visita e poi fa cadere anche lui la penna a terra.
"Bene signora, stia tranquilla e non faccia per un po' lavori per la parrocchia!"
Una volta usciti il padre domanda incuriosito:
"Ma come hai fatto ha sapere che fa troppi lavori per la parrocchia?"
"Beh, semplice, quando ho fatto cadere la penna nel raccoglierla ho visto il prete sotto il letto....."


 

    Un veterinario si sente male e va a farsi visitare dal suo medico di famiglia.
Il dottore gli fa tutte le domande di rito, quali sono i sintomi, da quanto tempo li ha, e così via. Il veterinario dopo un po' di domande lo interrompe:
- "Senti, caro collega... io sono un veterinario. Io non ho bisogno di fare ai miei pazienti tutte queste domande! Posso dire che cosa c'è che non va solo con uno sguardo. Perché non lo puoi fare anche tu?"
Il medico stizzito lo guarda da capo a piedi e poi gli scrive una ricetta.
- "Ecco prendi questa. Naturalmente se questo non funziona... ti dovremo abbattere..."


 

    Stadio Olimpico. Derby Roma - Lazio.
Poco prima della partita, un tizio vede in piedi davanti a sè un posto proprio al centro della tribuna, ancora libero, mentre il suo è quasi dietro un pilone.
Si avvicina al posto e chiede al tipo a fianco: "E' libbero 'sto posto?"
E l'altro: "Beh, sarebbe er posto dell'abbonamento de mi mojje, ma lei ormai è morta, così... accomodate."
"T'aringrazzio. E dimme 'n po', com'è che nun l'hai prestato a'n parente, l'abbonamento?"
"Magari domenica prossima: oggi so' iti tutti ar funerale!"


 

    Il medico di una vecchia signora di 80 anni va in pensione e la signora va da un nuovo medico, che, per prima cosa, vuole vedere l'elenco delle medicine che le erano state prescritte.
Il nuovo medico e' sconvolto dal fatto che nella lista sono prescritte anche delle pillole anticoncezionali.
"Signora, sa che queste pillole sono anticoncezionali?"
"Mi aiutano a dormire la notte....."
"Le garantisco che e' scientificamente impossibile che queste pillole la possano aiutare a dormire!!"
"Si', lo so: pero', vede, ogni mattina ne metto una nel succo d'arancia della mia nipotina di 16 anni e ... mi creda... mi aiutano davvero a dormire!!"


 

    Una coppia si reca un giorno in un consultorio sessuale. Senza tanti preamboli l'uomo chiede al medico se è possibile che assista ad un loro rapporto.
Il medico, dopo un attimo di indecisione, accetta e quando la coppia termina la performance, afferma:
"Mah! Veramente a me sembra tutto a posto, non ci vedo niente di strano nel vostro modo di fare l'amore!"
Alla mancanza di risposte della coppia, che crede dovuta all'imbarazzo, il dottore si limita a fare il ticket di 32 euro per il consulto.
Ma stessa cosa si ripete per diverse settimane: i due prendono un appuntamento, arrivano, fanno sesso senza problema, pagano e se ne vanno.
Alla fine il dottore si decide e chiede loro: "Scusate, ma ormai é diverso tempo che vi osservo durante la performance e non vedo nulla di strano nei vostri rapporti. Che cos'é esattamente che non va fra di voi?"
L'uomo gli risponde: "Guardi, dottore: lei é sposata e non possiamo quindi andare a casa sua; anche io sono sposato, quindi idem. In macchina non se ne parla: scomodissimo! Restano i motel: al Regal una camera costa 80 euro, al Top, 70 e al Visconteo, 50. Vede lei che qui all'ASL conviene: lo facciamo per 32 euro e addirittura ce ne rimborsano 20!!!!!


 

    Una signora telefona al suo medico dopo alcuni giorni di una cura a base di ormoni:
"Dottore, sono preoccupata, mi stanno crescendo dei lunghi peli..."
"Ah, sì", la interrompe il medico "un effetto secondario che a volte si presenta, e mi dica, dove le crescono?"
"Sui testicoli... volevo parlarle anche di quelli..."

Un dietologo prescrive ad una signora una cura dimagrante avvertendola che nasconde qualche effetto collaterale. Dopo qualche giorno la donna si ripresenta nel suo studio:
"Dottore, la dieta è certamente efficace, infatti ho già perso tre chili, ma mi rende molto nervosa, pensi che ieri ho morso un orecchio a mio marito!"
"Signora, non c'è nulla di cui preoccuparsi, un orecchio saranno sì e no cinquanta calorie..."


 

    Due contadini vanno ad una fiera agricola per acquistare una vacca. Ad un certo punto ne trovano una in offerta speciale.
Allora domandano al venditore: "Come mai questa mucca e' in offerta speciale?"
"Perche' e' una vacca strabica, e' un vero affare, potete farle tornare gli occhi dritti soffiandole nel culo con un tubo." I due contadini decidono di comprarla e tornano in campagna con il nuovo acquisto. Si procurano un tubo e provano a farle tornare gli occhi dritti.
Il primo inizia a soffiare, soffia, soffia, ma gli occhi non si raddrizzano.
Intanto l'altro contadino e' davanti che controlla se gli occhi si raddrizzano, ma siccome non si raddrizzavano, sbotta:
"Non soffi abbastanza forte. Fammi provare a me".v prende cosi' il posto del compare, afferra il tubo, lo gira dall'altro lato e inizia a soffiare.
Allora il primo contadino, notando la scena e leggermente indispettito, gli fa:
"Scusa, perche' se usavi il tubo dal lato dove ho soffiato io ti faceva schifo?"

 

    Quando frate John entro' nel Monastero del Silenzio, il Superiore gli disse:
"Fratello questo e' un monastero silenzioso, e tu qui sei il benvenuto. Puoi rimanerci finche' vuoi ma non devi parlare finche'non te ne do io il permesso."
Frate John visse nel monastero un anno intero prima che il suo Superiore gli dicesse:
"Fratello John tu sei qui da un anno ormai. Ora puoi dire due parole."
Frate John rispose: "Letto duro."
"Mi dispiace sentirti dire cio' -disse il Superiore- Ti daremo subito un letto migliore."
L'anno seguente Frate John fu chiamato nuovamente dal Superiore.
"Oggi puoi dire altre due parole frate John."
"Cibo freddo" disse frate John e il Superiore gli assicuro'che in futuro il cibo sarebbe stato migliore.
Al suo terzo anniversario al monastero il Superiore chiamo' nuovamente frate John nel suo ufficio:
"Oggi puoi dire altre due parole."
"Vado via." disse Frate John.
"Meglio così," commento' il superiore, "da quando sei qui non hai fatto altro che rompere i coglioni!"

 

  Al confessionale si presenta una giovane e bella fanciulla:
"Padre, ho peccato. Ieri ho tradito il mio compagno col suo migliore amico... io credevo di
amare il mio uomo, ma quando mi sono trovata sola col suo amico non ho resistito... sa, sono tanto volatile!"
"Volubile, figliola, volubile"
"Ma non è finita! Poi è venuto l'elettricista per delle riparazioni, e io.... io non ho potuto resistere!! Io sono convinta di amare il mio ragazzo, ma ci sono delle volte che non so, perdo la testa per qualcun'altro... sa, padre, io sono tanto volatile..."
"Volubile, figliola, volubile"
"Vede, padre, c'è dell'altro.... poi sono andata a lezione di tennis, e cosa vuole, eravamo io e l'istruttore, soli, nel silenzio del campo sportivo ormai deserto, al tramonto.... che vuole farci, io sono tanto vol... com'è la parola, padre?"
"Troia, figliola, troia!"


 

  Tarzan corre per la foresta cercando di impaurire gli animali così da far valere il suo potere. Vede un ghepardo, lo insegue e lo blocca con una presa a gancio, e gli grida:
  "Come mi chiamo iooo?"
E l'animale impaurito: "Tarzan-Tarzan!!"
Così entusiasta del suo incutere timore va alla ricerca di altri animali. Trovato un leone, lo cattura e gli urla:
  "Come mi chiamo iooooo?"
E lui: "Tarzan, Tarzan!!"
Cosi' Tarzan soddisfatto se ne va. Ad un certo punto vede un elefante e cerca di bloccarlo per il collo; non riuscendoci cerca di farlo cadere, ma anche questo tentativo va a vuoto. Allora, nero di rabbia, Tarzan gli si mette sotto, comincia a sbattergli le palle e gli grida forsennatamente:
  "Come mi chiamo iooo?"
Non sentendo alcuna risposta riprova: "Come mi chiamo iooooooooo?"
Anche stavolta niente e continua a sbattergli le palle e a domandargli il suo nome. Allora l'elefante si gira verso la giraffa e le dice:
  "AHOOOOO, MA 'NVEDI STO STRONZO... CHE NUN SE RICORDA COME SE CHIAMA E ME STA A ROMPE LI COGLIONI!!!!"


 

  A scuola Pierino alza la mano: "Signora maestra, posso andare a casa? Ho un disturbo sessuale!"
La maestra con un sorriso lo accontenta: "Vai pure Pierino."
Passano due giorni e di nuovo: "Signora maestra, posso andare a casa? Ho un disturbo sessuale!"
La maestra ci ride anche questa volta e lo manda via. Finche' la terza volta quando Pierino le chiede di andarsene per un disturbo sessuale, lei lo prende in disparte ed un po' preoccupata gli dice: "Ma ne hai parlato a casa?"
"A casa? No veramente no!"
"Allora dillo pure a me. Cos'e' questo disturbo sessuale?"
E Pierino: "Niente, e' che a me a stare a scuola mi girano i coglioni!!"


 

   Sul treno un passeggero si rivolge al vicino e sorridendo gli dice:
"Se qualcuno entrasse adesso e si sedesse sul suo cappello posato molto visibilmente sul sedile, lei che cosa penserebbe di lui?"
"Che Š un cretino!" risponde l'altro.
"Ah, ecco, vede, lei e' seduto sul mio!"



 

  Il parroco del paese decide di andare a far visita alla signora
Mariuccia, in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno. Mariuccia
e' l'unica maestra in paese di organo e pianoforte. Tutti i musicisti
della zona sono stati praticamente forgiati da lei.
Quando il parroco entra, nota sopra l'organo un bicchiere con un preservativo che fluttua
nell'acqua. Non crede ai propri occhi, tuttavia cerca di
dissimulare la sorpresa per non mettere in imbarazzo la vecchietta.
Mentre questa racconta tutto quello che ha fatto in 85 anni di vita, il
parroco non riesce a distogliere lo sguardo dal bicchiere col
preservativo che ballonzola nell'acqua. Ad un certo punto, non potendo
piu' trattenere la curiosita' e dopo aver preso coraggio con un paio di
bicchierini di vermouth, chiede, indicando
il bicchiere:
  "Perdona, figliola, mi potresti spiegare cos'e' quello?".
  "Quello? Oh, ma e' meraviglioso! L'anno scorso stavo camminando per la
piazza del paese quando notai per terra una bustina che diceva, in
lettere molto piccole: <collocare sull'organo, mantenere umido e
preverra' qualsiasi malattia> E da allora, pensi, neanche un
raffreddore!"




 

In un saloon del Far West. Un prestigiatore chiede attenzione ai cow-boys presenti perche' vuol presentare un suo nuovo gioco di prestigio:
"C'e' qualcuno che vuole scommettere che riesco a farglielo rizzare a comando?"
Un tizio si offre volontario, tira giu' i calzoni e in effetti appena il prestigiatore dice 'Bim Bum bam' il membro presenta una rapida e impressionante erezione.
"E non e' tutto: il membro tornera' in posizione normale non appena qualcuno lancera' un fischio"
E in effetti un cowboy lancia un fischio e subito dopo il membro torna normale. A quel punto si alza un vecchietto che dice:
"Scommettiamo che con me non riesce: sono 30 anni che non mi si rizza piu'!"
Ma il prestigiatore: "Non c'e' problema! 'Bim bum bam'" e il pene presenta subito una stupenda erezione.
Allora il vecchietto tira fuori la colt e urla:
"Il primo che fischia lo faccio secco!!"



 

      Un canadese sta consumando il suo "petit dejuner" (caffe', croissant, pane, burro e marmellata) quando un americano, masticando la sua immancabile gomma,
si siede accanto a lui. Il canadese lo ignora, ma nonostante tutto l'americano lo apostrofa: "Voi gente del Canada il pane lo mangiate tutto?"
Il canadese risponde di malumore: "Certamente."
L'americano fa un bel palloncino con la gomma: "Noi no. In America noi mangiamo solo la mollica. La crosta la raccogliamo in un contenitore, la ricicliamo,
la trasformiamo in croissant e la vendiamo in Canada" prosegue, con una smorfietta insolente. Il canadese resta in silenzio. L'americano insiste: "Ci metti
la marmellata, sul pane?"
Il canadese: "Certamente"
L'americano, rigirando la gomma tra i denti e ridacchiando, fa: "Noi no. In America a colazione noi mangiamo la frutta fresca, mettiamo tutte le bucce e
gli scarti in un contenitore, li ricicliamo, ne facciamo marmellata e li vendiamo in Canada....."
Il canadese allora chiede: "Voi americani fate sesso?"
L'americano risponde: "Ma certo!" con un gran sorriso. "E cosa fate coi preservativi usati?" prosegue il canadese. "Li gettiamo via, naturalmente" risponde
l'americano. E il canadese: "Noi no. In Canada li mettiamo in un contenitore, li ricicliamo, li trasformiamo in gomma da masticare e li vendiamo in America....."


 

  Due pazzi gironzolano sconsolati nel giardino del manicomio.
Ad un tratto una corpulenta signora dell'impresa di pulizia che stava pulendo i vetri su di una scaletta al primo piano cade e va a finire a testa in giù e piedi in aria dentro ad un contenitore dell'immondizia.
I due pazzi si fermano a guardarla, e uno da' di gomito all'altro:
  - E poi i pazzi dicono che siamo noi, secondo te', questo culo era da buttare?




 

  Un prete siciliano viene trasferito a Milano.
La prima domenica in cui celebra una messa dice:
  "Allora fratelli, oggi vi parlerò di Adamo ed Eva. Adamo, bravo picciotto, lavuraturi, servu di Dio, SICILIANU iera. Eva, bottana, tentatrice, MILANESE iera!"
Al che tutti si lamentano, per cui il Vescovo chiama il prete e gli raccomanda vivamente di non dare mai più interpretazioni della Bibbia di quel genere, se non vuole essere trasferito, ed il prete promette che non ripeterà più un errore del genere.
La domenica successiva però:
  "Allora cari confratelli, oggi vi parlerò di Abele e Caino. Abele, ca ci facia i sacrifizi a Dio, onesto, picciottu ammodo, degnu figghiu ri so patri, SICILIANU iera. Caino, traditore, figghiu i so matri, fratricida e medda, MILANESE iera!"
Si ripetono le scene della domenica precedente e stavolta il vescovo si presenta anche lui al prete e gli dice di avere intenzione di cacciarlo dalla città.
 Il prete garantisce e promette, finché il vescovo non si convince e gli consente l'ultima prova, a patto che non pronunci mai più la parole Siciliano o Milanese.
Allora la domenica successiva:
  "Fratelli, oggi vi parlero' dell'ultima cena! ...e Cristo disse: "Picciutteddi beddi, vagghiu a diri ca in verità unu ri voi mi tradirà! Allora scende lo sconcerto fra gli apostoli. e San Pietro chiede: Signuruzzu beddu, ca piccasu sugnu iu?
No, no,'n si tu. Tu si nu bravu picciottu devoto. Allora San Giovanni chiede: Che sugnu iu, allora, Signuruzzu miu? No, no, nun si mancu tu, nun ta' prioccupare. Al che, Giuda esclama: "ueilà , saro' minga mi?


 

Esame di anatomia, scena muta sugli organi genitali femminili. Il professore, sadicamente, si rivolge allo studente con palese disprezzo :
- Guardi, le do venti euro, lei stasera tardi va nella zona del porto e vedrà quante signorine le spiegano volentieri queste cose...
Lo studente incassa proprio in tutti i sensi, e torna all'appello successivo.
Conquistato un soffertissimo 18 e firmato lo statino, lo studente mette dieci euro in mano all'incredulo professore:
- Stavolta si e' sbagliato lei professore, sua moglie prende di meno!

 

  prima notte di nozze, una coppietta scende in un albergo.
Vanno subito a letto , ma lui si addormenta immediatamente senza far niente. 
La cosa si ripete anche la seconda e la terza notte, alchè la sposina preoccupata chiama la madre e le spiega la situazione.
Lei, vecchia lupa esperta, consiglia alla figlia di stuzzicare il marito cercando di condurlo pian piano allo scopo.
La ragazza la sera, una volta giunti a letto, comincia a dire al marito di provare un certo dolorino e lui chiede dove. Lei dice che non sa di preciso e lui piano piano comincia a tastarla chiedendole:
  "Ti fa male qui o qui o qui?"
Lei rimane sempre sul vago in modo tale che lui la palpeggi un po'. Quando lui è in prossimità del basso ventre lei dice con voce lamentosa e desiderosa che il dolore è là vicino... sempre più vicino... Lui scende con la mano, finchè si trova in mezzo alle sue cosce e lei, gemendo di piacere dice che il dolore è proprio lì e lui, con tono ingenuo da bambino fa:
  "E certo che ti fa male: senti che ferita hai qui!"

 

  SuperMan vola in alto nel cielo quando, con la sua supervista, vede WonderWoman sdraiata sulla spiaggia, con le gambe aperte, in atteggiamento evidentemente lussurioso.
Allora si lancia ed in una superzompata veloce come la luce se la fa e vola via......

  "UomoInvisibile!" chiede WonderWoman "Cosa è stata questa strana folata di vento improvviso?"

  "Non lo so" risponde l'UomoInvisibile "ma mi è venuto un fatto bruciaculo!!"

 

  Un medico si reca al domicilio di una vecchietta che doveva visitare per la prima volta per conto della ASL.
Le si siede accanto ed inizia a farle una serie di domande sulla sua storia familiare e sulle sue principali malattie,quello che noi medici chiamiamo anamnesi.
Durante la conversazione la signora continua ad offrire al medico delle noccioline che peraltro il medico trova buonissime,infatti dopo averne mangiate una dozzina le chiede ,entrato ormai in confidenza:
  - Nonnina ma dove compra queste noccioline così buone?
  - Eheheheheeeeeehhh,rispose la vecchietta, le noccioline non lo so ma hanno un rivestimento di cioccolata che dopo averlo leccato conservo le nocciole per gli amici,io denti per mangiarle non ne ho!

 

  Un camionista si ferma a un semaforo rosso. Da una macchina dietro di lui scende una bionda, che si avvicina al finestrino e bussa:
  "Mi chiamo Gloria, e lei sta seminando il carico lungo la strada".
In quel momento il semaforo diventa verde e il camionista riparte. Ma al semaforo dopo la scena si ripete.
E anche a quello dopo, e a quello dopo, e a quello dopo ancora. Finché l'uomo, esasperato, non risponde a Gloria:
  "Io sono Massimo, siamo in inverno, e questo è uno spargi sale!"

 

  Davanti alla TV, una sera un uomo mangia le noccioline. Le tira in aria e le prende con la bocca quando ricadono. Mentre sta per prenderne una, la moglie

lo chiama, lui si gira e la nocciolina gli finisce nell'orecchio.

  allora prova a tirarla fuori con svariati modi, niente.

Infine prova con le dita, ma con il risultato di spingerla sempre più dentro.

Chiama sua moglie in aiuto, provano, provano, ma niente.

Dopo circa un'ora decidono di andare al pronto soccorso, ma mentre stanno uscendo arriva la figlia con il suo ragazzo. La informano di quello che è successo e il ragazzo si offre di aiutarli.

  - Si sieda! - dice il ragazzo all'uomo.

Gli infila due dita nel naso e gli dice di soffiare forte. Come per miracolo la nocciolina esce fuori.

Dopo ringraziamenti vari, il ragazzo torna a casa, la moglie e il marito vanno a letto. La donna:

  - Che bel ragazzo! E' anche bravo. Farà molta strada, vero caro? Secondo te, cosa farà da grande?

  - A giudicare dall'odore delle sue dita, - risponde lui - probabilmente nostro genero!


 

 Una donna muore e arriva in paradiso. Mentre aspetta in file davanti a San Pietro ode delle urla e dei lamenti terribili. Questo la disturba decisamente
e quindi decide di di rivolgersi al Santo per sapere cosa sta succedendo. Pietro candidamente risponde:
- Ah, non è niente. E' la donna prima di lei in fila... le stanno trapanando dei buchi nella schiena per mettere le ali...
La donna è un po' scioccata dalla risposta e si fa scura in volto quando sente delle altre urla e vede del sangue schizzare fuori da una stanza. Impaurita
chiede spiegazioni a San Pietro che risponde:
- Niente di grave, ora le stanno trapanando un buco in testa per mettere l'aureola...
La donna, ora terrorizzata, esclama:
- Mi scusi San Pietro, ma proprio non me la sento. Se lei potesse mettere una buona parola, preferirei sinceramente andare all'inferno!
Il Santo, cercando di farle cambiare idea:
- Ma è sicura? E' un posto terribile! Lì finirà stuprata e sodomizzata tutti i giorni!!!
La donna tranquillamente risponde:
- D'accordo, ma per quello almeno ho già i buchi!

 

Un tizio va dal barbiere e nota che ogni tanto, mentre lavora, questi sputa per terra. Stupito gli chiede spiegazioni:
- Scusi, come mai lei sputa nel suo negozio?
- Perché tanto tra una settimana me ne vado da questo cazzo di posto!
Dopo essere stato servito e aver pagato il conto, il cliente va in un angolo, abbassa la cerniera dei pantaloni ed inizia ad urinare. Il barbiere, indignato, urla:
- Ma scusi, che cosa sta facendo?!?
- Beh... - risponde l'uomo - Tanto io vado via subito!!!

 

  In un paesino di 500 anime l'anziano parroco viene sostituito da un giovane prete.
Ora era successo che il vecchio prete aveva concordato che quando le parrocchiane commettessero qualche peccatuccio di adulterio, all'atto della confessione gli dicessero: "padre sono scivolata nella stradina che porta alla fontana", e lui le assolveva.
Ma dimentica di avvisare il giovane prete.
Quando questo comincia a confessare era un continuo andirivieni di gente che era scivolata .
L'indomani il prete si presenta dal sindaco il quale lo accoglie cordialmente e gli chiede come se la passasse in paese.
  - IO bene, - dice il prete, - ma si occupi di rifare le strade perchè le paesane continuano a scivolare.
Il sindaco, che conosceva il trucco, ammazzandosi dalle risate:
  - Non si preoccupi padre, non si preoccupi!
  - Eh!mi preoccupo si, - fa
il prete - anche sua moglie ieri, è scivolata tre volte!

 

  La maestra: - bambini disegnate un oggetto che possa rappresentare una canzone.
Un bimbo disegna una casetta. - Signora maestra, e' la casetta in Canadà della canzone!
  - Bravo! E questa? - chiede ad un altro che aveva disegnato
una tazza di caffè.
  - NNa' tazzulella e cafe'.
  - Bravo! E tu pierino? - Le prende il foglio e vede che Pierino aveva disegnato un fallo di proporzioni gigantesche.
  - E adesso come ti giustifichi mascalzone maleducato?
  - Ma maestra, e' una musica! E' una canzone!
  - E qual'è? - chiede sospettosa.
  - Ma "PER ELISA"!!

 

  Tre donne, due giovani e una piu' matura, si trovano in una sauna, nude.
All'improvviso, si sente un "bip". Una delle due ragazze si preme l'avambraccio, e il "bip" si interrompe.
Vedendo che le altre due la guardano con aria interrogativa, spiega:
  "Scusate, era il mio cercapersone. Ho un microchip sotto la pelle del braccio".
Pochi minuti dopo, si sente un telefonino squillare, e l'altra ragazza solleva il palmo della mano e se lo porta all'orecchio.
Al termine della telefonata, spiega:
  "Era il mio cellulare. Ho un microchip nella mano..."
Allora la più anziana, sentendosi poco moderna e non volendo essere da meno, decide di inventarsi qualcosa di altrettanto rimarchevole. Così, esce dalla sauna e va al bagno.  Poco dopo, ritorna con un pezzo di carta igienica che le pende dal didietro.
Le due ragazze la guardano, perplesse, ed allora lei spiega:
  "Toh, guarda un PO: ho appena ricevuto un fax!"

 

Un camionista sta viaggiando da ore su una di quelle lunghe strade americane, quando scorge un'area di servizio con ristorante. Allora decide di fermarsi
a mangiare qualcosa e parcheggia il suo bestione nello spiazzo davanti. Entra, si siede e la cameriera gli chiede cosa desidera mangiare:
- Vorrei un hamburger al formaggio con patatine, una tazza di caffè ed una fetta di torta di mele.
Mentre si prepara a mangiare entrano nel locale tre tipacci, tre bikers tutti vestiti di pelle borchiata.
Uno di questi si avvicina all'ometto, gli strappa l'hamburger dalle mani e se lo mangia. Il secondo gli beve la tazza di caffè in un sorso ed il terzo si
abbuffa con la sua torta!
A questo punto l'ometto si alza con estrema calma, si infila la giacca, il cappellino e va a pagare alla cassa e senza dire niente se ne va. Allora il capo
dei teppisti, rivolgendosi alla cassiera:
- Beh mi pare che come uomo non sia un gran che...
- Eh già... - risponde la cassiera dopo un poco guardando fuori - Nemmeno come autista è un gran che: è appena passato col camion sopra tre Harley nuove di zecca!!!

 

 C'e' un omino seduto in un bar, che guarda un bicchiere pieno.
E' fermo cosi' da almeno mezz'ora.
Poi entra un camionista grande e grosso, si ferma davanti al suo tavolino, prende il bicchiere e ne beve tutto il contenuto. Allora l'omino inizia a piangere.
 - Dai su, stavo scherzando. - Gli fa il cammionista. - Guarda, ti pago io un altro bicchiere. Non mi piace vederti piangere!
 - Ma no, ti devo spiegare. Oggi e' stato il peggior giorno della mia vita. Questa mattina non mi sono svegliato e sono arrivato tardi per un'importante
riunione al lavoro. Cosi' il mio capo mi ha licenziato. Sono uscito e non ho piu' trovato la macchina, me l'avevano rubata. Ho preso un taxi per tornare
a casa e ho dimenticato il portafoglio sul taxi. Entrato in casa ho trovato mia moglie a letto con il giardiniere. Sono uscito di corsa di casa e sono
entrato in questo bar, e quando stavo pensando di farla finita, entri tu e mi bevi il veleno! - E si rimette a piagnucolare:
 - Me tapino, che vita grama, sono proprio sfortunato.....

 

  Dopo una lunga notte d'amore, lui nota una foto di un altro uomo sul
comodino. Comincia a preoccuparsi.
- Questo e' tuo marito? - chiede nervosamente.
- No, sciocchino... - risponde lei, accoccolandosi a lui.
- E' il tuo fidanzato, allora?
- Niente affatto! - risponde lei, mordicchiandogli l'orecchio.
- E' tuo padre o tuo fratello? - insiste lui, sperando di rassicurarsi.
- No, no, no! Sei cosi' affascinante quando sei geloso!
- Beh, allora mi vuoi dire chi e' questo? Si puo' sapere?!?
- Quello sono io prima dell'operazione.....

 

  Due vecchietti stanno chiacchierando del piu' e del meno. Il primo chiede:
  "Mario, a proposito come va la tua cura per la memoria?"
E l'altro:
  "Benissimo, guarda, mi ricordo tutto: quando ero bambino, tutte le mie ex, dove ho lasciato il giornale, tutto insomma. E' veramente miracolosa."
  "Sono contento per te. Senti, io ho ancora una memoria buona, ma non si sa' mai... non e' che mi diresti il nome di quella medicina? Sai mi potrebbe servire un giorno o l'altro..."
  "Certo, si chiama... si chiama... accidenti, c'e' l'ho sulla punta della lingua... si chiama... Mario, dimmi un po' il nome di un fiore!"
  "Margherita?"  "No..."
  "Tulipano?"  "no No..."
  "Rosa?"  "Ah si', ecco, rosa..." e voltandosi:
  "ROSAAA! COME SI CHIAMA QUELLA MEDICINA CHE PRENDO PER LA MEMORIA???"       

 

  Un giocatore di golf colpisce la pallina e questa schizza via scomparendo fuori dal campo.
Poco dopo compare il direttore del club:
  "Ma lo sa che cosa ha combinato? La pallina è uscita dal campo colpendo in un occhio un ciclista che ha perso il controllo della sua bici finendo sotto una macchina"
  "Oh, mamma mia, e ora cosa faccio?" chiede sbigottito il giocatore.
Ma il direttore del club continua imperterrito:
  "Ma non è finita qui. L'auto dopo aver travolto il ciclista è uscita fuori strada schiantandosi contro un albero. Quattro morti!"
  "Oh no, e ora cosa faccio?" chiede sempre piu' angosciato il giocatore.
Ma il direttore continua:
  "Ma non è finita qui: un autobus, per evitare l'auto è precipitato dalla scarpata: sessantadue morti!"
  "Oh, pazzesco, e ora cosa faccio?"
  "Ma non è finita qui," continua il direttore "nel fondo della scarpata c'è la ferrovia; in quel momento passava il treno che è deragliato. Centocinquanta morti!"
  "Oh, santo cielo, e ora cosa faccio?" esclama il giocatore completamente nel panico.
E il direttore: 
"Beh, cerchi di tirare meno forte!"

 

  Due carabinieri si recano a Torino per vedere la sacra Sindone.
E poiche' si poteva entrare solamente uno alla volta, mentre il primo entra, l'altro
lo aspetta fuori.
Quando il primo esce, il secondo gli fa:
  "Beh, allora, com'era?"
E questi molto perplesso gli risponde:
  "Mah, non so... non sono riuscito a vedere niente, c'era un lenzuolo davanti ..."

 

  Due carabinieri stanno salendo su una strada di montagna molto stretta con la loro auto di sevizio.
Un pastore li ferma e chiede loro:
  "Scusate, agenti posso farvi una domanda?"
  "Certo", risponde uno dei due carabinieri.
  "Perche' state salendo in retromarcia?"
  "Beh, vede... la strada e' molto stretta, ci passa soltanto una macchina, e, se scendendo non troviamo uno spiazzo per
fare manovra, abbiamo l'auto messa in modo tale da scendere piu' comodamente".
  "Ah, e' vero", dice il pastore, "E dire che vi reputano stupidi!"
  Qualche ora piu' tardi il pastore vede i due carabinieri di prima scendere con l'auto ancora in retomarcia, e mentre li osserva stupito, uno di loro si affaccia dal finestrino e tutto contento gli grida:
 
  "Oila' pastore! lo spiazzo lo abbiamo invece trovato!!!"